Vaccini, da domani riaprono i centri

Avanti con giovani e 60enni scoperti

Il casoObiettivo studenti, dai 12 anni in avanti. Si punta a far rientrare tutti protetti in classe

Vaccini, da domani riaprono i centri Avanti con giovani e 60enni scoperti
Riaprono i centri vaccinali dopo una pausa di quattro giorni

Dopo quattro giorni di fermo scattato giovedì, tornano in attività da domani i centri vaccinali massivi della nostra provincia.

Porte di nuovo aperte e motori a mille, a Chiavenna, Morbegno, Sondalo, Sondrio e Villa di Tirano, per garantire la massima copertura vaccinale possibile, innanzitutto, ai giovani e giovanissimi, poi, a quelle fette di popolazione che risultano ancora scoperte e riferite, in particolare, agli over 60, al personale scolastico docente e non docente, e al personale sanitario.

Il focus resta, comunque, sugli studenti, dai 12 anni compiuti fino agli universitari, perché l’obiettivo di Regione Lombardia è quello di garantire la ripresa, sicura e in presenza, delle attività scolastiche, dal 13 settembre.

E se non è stata rinnovata l’offerta di spazi vaccinali senza prenotazione, assicurata, con ottimi risultati, nel periodo compreso fra il 10 e il 18 agosto, comunque, ai giovani è garantito un corridoio preferenziale, perché, per tutti loro, la somministrazione, viene effettuata entro 48 ore dalla prenotazione, o, comunque, assicurano da Asst Valtellina e Alto Lario, entro le due giornate successive. Quindi, gli appartenenti alla fascia 12-29 anni, non potranno più recarsi, in giorni e orari dedicati, ai centri vaccinali per essere vaccinati senza prenotazione, cosa che hanno fatto in 1.059 (di cui 894 residenti in provincia di Sondrio), nei giorni scorsi, ma dovranno accedere al portale regionale delle vaccinazioni e, lì, prenotarsi.

Come funziona

Gli studenti universitari, anche residenti in altre regioni o stranieri, devono farlo accedendo alla sezione loro dedicata “Studenti universitari in Lombardia”, «mentre gli studenti maggiorenni iscritti agli istituti superiori - precisano da Asst -, hanno accesso alla sezione “Cittadini 18-59 anni”, e gli studenti minorenni, dai 12 anni compiuti ai 17, hanno accesso all’apposita sezione “Cittadini 12-17 anni”, tenendo presente che, per questi ultimi, i vaccini raccomandati sono il Pfizer e il Moderna, e che il giorno fissato per l’appuntamento devono presentarsi al centro vaccinale accompagnati da un genitore e muniti del consenso informato, scaricabile dal sito regionale o da richiedere al centro, da firmare davanti al medico vaccinatore da uno dei genitori o dal tutore legale. Il quale dovrà dichiarare di aver informato l’altro genitore della vaccinazione del figlio».

Resta, invece, libero, cioè senza prenotazione, ai centri vaccinali, da lunedì 23 a domenica 29 agosto, solo agli over 60, al personale docente e non docente delle scuole di ogni ordine e grado e agli operatori sanitari e sociosanitari.

Che devono presentarsi muniti di tessera sanitaria e carta d’identità. Tenendo presente che, questa settimana, i centri saranno aperti, a Sondalo, al sesto padiglione, domani, venerdì e sabato, dalle 8 alle 19, mercoledì, dalle 14 alle 19, e venerdì, dalle 8 alle 13, a Villa di Tirano, al Polifunzionale, domani e venerdì, dalle 8 alle 12, e martedì e mercoledì, dalle 8 alle 11, a Sondrio, alla palestra dell’istituto Quadrio-De Simoni, domani, dalle 8 alle 15, mercoledì, dalle 14 alle 19, e sabato e domenica, dalle 8 alle 19, a Morbegno, al Polo fieristico, domani e mercoledì, dalle 8 alle 15, e sabato e domenica, dalle 8 alle 19, e, infine, a Chiavenna, al Palestrone, domani, mercoledì e venerdì, dalle 14 alle 19, e sabato e domenica, dalle 8 alle 19.

© RIPRODUZIONE RISERVATA