Un nuovo futuro per i Ronchi di Savogno

«Rilanciamo l’area con un’associazione»

Sono 611 le persone che aderiscono con i loro fondi al progetto di riqualificazione Entro l’autunno il taglio dei boschi, poi si punterà anche a coinvolgere le aziende vinicole

Un nuovo futuro per i Ronchi di Savogno «Rilanciamo l’area con un’associazione»
Due stalle a Ronchi di Piuro: ora si punta al recupero di tutta la zona

Sono 611 i cittadini che hanno messo a disposizione i propri fondi per il progetto di riqualificazione dei Ronchi. Grazie a quest’adesione massiccia, l’80% del territorio interessato potrà essere utilizzato. E sabato 10 giugno alle 10,30 nel salone dell’oratorio di Borgonuovo sarà costituita l’associazione fondiaria per il recupero, verrà stilato lo statuto definitivo e sarà costituito il consiglio direttivo con sette componenti.

«Stiamo parlando di un’associazione fondiaria: è lo strumento migliore per utilizzare appezzamenti di terreno in una situazione di questo tipo, in modo strategico per lo sviluppo delle aree di montagna – precisa il sindaco Omar Iacomella -. Entro l’autunno vorremmo iniziare il taglio dei boschi che hanno occupato il versante. Poi si passerà ai bandi che permetteranno agli agricoltori di presentare offerte per la gestione dei terreni». Il Comune punta sull’interessamento dei cittadini decisi a coltivare i terreni, ma anche delle aziende del settore vinicolo della provincia. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA