Treno più bicicletta, nuove opportunità. Accordo per la Valchiavenna

Iniziative La Valchiavenna inserita nelle proposte “Bike & trekking” promosse da Trenord. Filippo Pighetti: «In linea con la nostra offerta di turismo slow, sostenibilità e promozione»

Treno più bicicletta, nuove opportunità. Accordo per la Valchiavenna
I treni Donizetti che permettono di trasportare la propria bicicletta e di ricaricare le e-bike

“Train&Bike”, treno e bicicletta. Accordo tra Trenord e Consorzio di Promozione Turistica della Valchiavenna per legare sempre più il trasporto collettivo su rotaia al turismo delle due ruote. Soprattutto ora che sono entrati in funzione i treni Donizetti che garantiscono spazi dedicati e anche la possibilità di ricaricare le e-bike.

Train&Bike

«La Valchiavenna da scoprire in bicicletta raggiungendola comodamente in treno da una delle 460 stazioni ferroviarie della Lombardia: un’iniziativa che coniuga la promozione del territorio con la sostenibilità ambientale - commenta Filippo Pighetti, direttore del Consorzio turistico - Si chiama “Train&Bike Valchiavenna” la proposta, valida fino al 31 dicembre, che concretizza la collaborazione tra il Consorzio Turistico Valchiavenna e Trenord. Gite di un giorno da organizzare in famiglia o tra amici partendo in treno la mattina da una località della Lombardia per raggiungere la Valchiavenna, percorrerla in bicicletta e fare ritorno a casa in serata. Un viaggio senza l’assillo del traffico, rispettando l’ambiente».

Riconoscimento importante

La Valchiavenna è, infatti, una delle mete inserite nel programma lanciato da Trenord nella sezione “Bike & trekking”: «Per la Valchiavenna l’opportunità è duplice - continua Pighetti - da un lato, proponiamo una nuova iniziativa in linea con la nostra offerta di turismo slow, dall’altro, potremo usufruire della promozione attraverso Trenord.  Essere inseriti tra le mete lombarde è senza dubbio un riconoscimento importante. Per i turisti raggiungere la Valchiavenna sarà ancora più comodo e avremo l’opportunità di far conoscere i luoghi d’interesse naturalistico, storico e artistico lungo il percorso, oltre che di ampliare l’esperienza all’enogastronomia».

Con anche la prospettiva della destagionalizzazione, visto che si andrà avanti fino a inizio inverno. L’iniziativa può contare sulla collaborazione del Centro Sportivo Valchiavenna, dove è attivo il servizio rent a bike, e di alcuni crotti, dove i viaggiatori potranno pranzare o cenare a prezzi agevolati. Basterà presentare il biglietto Trenord con destinazione Dubino, Verceia, Novate Mezzola, Samolaco, San Cassiano, Prata Camportaccio, Chiavenna. Con una sola accortezza richiesta, soprattutto per il noleggio delle bici: prenotarsi con almeno due giorni di anticipo. Per informazioni contattare il Consorzio allo 0343.37485.

© RIPRODUZIONE RISERVATA