Nuovo vaccino, dosi disponibili
ma richieste basse

Covid e varianti Sono garantiti 700 slot alla settimana ripartiti fra i quattro centri vaccinali in provincia

Nuovo vaccino, dosi disponibili ma richieste basse

Asst Valtellina e Alto Lario rinserra le fila in vista della ripresa della campagna vaccinale anti Covid con la somministrazione del nuovo siero bivalente adattato alla variante di Omicron BA.1.

Pari a 17mila le dosi di Pfizer già stoccate nella farmacia dell’ospedale di Sondrio e, in parte, già distribuite nei centri vaccinali pubblici che effettuano la somministrazione, per un totale di 700 slot alla settimana a disposizione.

Chi ha diritto

E questo perché a tutti gli over 60, i soggetti fragili dai 12 anni in su, gli operatori sanitari e socio sanitari e le donne in gravidanza che si prenotano per la quarta dose e a tutti gli over 12 che si prenotano per la terza, da ieri il vaccino proposto non è più il tradizionale monovalente, ma quello nuovo, il bivalente, capace di coprire sia dall’infezione del Covid ceppo di Wuhan, sia dal Covid variante Omicron.

«Invitiamo i cittadini che rientrano nelle categorie indicate a prenotare senza indugio la vaccinazione - dice Paolo Formigoni, direttore socio sanitario di Asst Valtellina e Alto Lario - potendo contare sul nuovo vaccino che garantisce una migliore copertura sulle varianti del coronavirus. Sollecitiamo, in particolare, gli operatori sanitari e socio sanitari, che per la loro professione sono maggiormente esposti al contagio, e le persone fragili, più soggette a complicanze e allo sviluppo della malattia in forma acuta. Al momento non abbiamo molte prenotazioni - conclude Formigoni -, ma monitoriamo costantemente le richieste per essere pronti, se necessario, ad aumentare tempestivamente gli slot disponibili».

Che sono 700 al momento, ripartiti fra i quattro centri vaccinali pubblici di Sondalo, Sondrio, Morbegno, e Chiavenna, aperti, ciascuno, un giorno alla settimana, vuoi al mattino vuoi al pomeriggio. Questa settimana, si parte con 13 ore di attività, ma la prossima già salgono a 22, anche perché torna a vaccinare l’ambulatorio dedicato situato all’ospedale di Chiavenna, in via Cereria.

Qui si vaccina martedì prossimo, dalle 14 alle 18, per proseguire mercoledì, dalle 14 alle 20, al VI padiglione di Sondalo, giovedì, dalle 14 alle 20, al Pot di Morbegno, e, infine, sabato, dalle 8 alle 14, al Policampus di Sondrio. A Morbegno si vaccina anche oggi, alle 14 alle 18, e a Sondrio, sabato, dalle 9 alle 13.

Quando farlo

É importante ricordare che per prenotarsi attraverso i consueti canali regionali, occorre siano trascorsi 120 giorni dal completamento del ciclo primario, dalla somministrazione del richiamo, o dalla guarigione dal Covid. E al pari occorre considerare che, coloro che si accedono al ciclo vaccinale primario, prima o seconda dose otterranno ancora il vaccino monovalente.

Solo successivamente, fra alcune settimane anche le farmacie riceveranno i vaccini bivalenti.

Al momento, osservano da Asst «le vaccinazioni sono in numero molto ridotto - dicono -, tenuto conto che, dal 1° settembre a martedì sono state somministrate solo 74 terze dosi e 428 quarte. Gli over 60 che hanno effettuato la quarta dose sono 11.661 su un totale di 57.761 potenziali. Un dato di adesione in linea con quello regionale, perché siamo su una media provinciale del 21% contro quella regionale del 22%».

Nella giornata di ieri, la prima con i nuovi sieri, i bivalenti somministrati in provincia di Sondrio sono stati 33 sul totale di 47.

© RIPRODUZIONE RISERVATA