Musica a tutto volume fino al mattino. Feste nei crotti, proteste e lamentele

Gordona I residenti a fondovalle non ne possono più degli schiamazzi degli spazi privati. Sabato notte, complice la conformazione del luogo, il chiasso si sentiva persino sugli alpeggi

Musica a tutto volume fino al mattino. Feste nei crotti, proteste e lamentele
Gordona, la zona dei crotti

Quanto accaduto fa parte della cultura della Valchiavenna e che i giovani continuino a frequentare i crotti come luoghi di aggregazione e convivialità è positivo. Però bisognerebbe farlo con maggiore giudizio.

Schiamazzi e musica ad alto volume per tutta la notte sembrano essere diventati la costante per le nottate dei fine settimana dei gordonesi che abitano nelle case del fondovalle dove sono presenti i Sorel e le relative costruzioni. Si parla dei crotti privati, non di quelli posti in Valbodengo.

Musica a tutto volume

Soprattutto la musica ad alto volume fino alle sei del mattino sta creando non pochi grattacapi a chi, il giorno seguente, deve comunque alzarsi dal letto a un’ora decente. In questi giorni sono arrivate le comprensibili lamentele. Soprattutto su Internet c’è chi chiede maggiore rispetto. E sempre in rete c’è chi sostiene che qualcosa di analogo è avvenuto nella frazione di Castanedi di Menarola. Poco più in alto. Sabato notte la musica era così forte che, grazie alla conformazione della valle, si sentiva persino sugli alpeggi del versante opposto. A qualche chilometro di distanza, insomma.

A quanto pare l’andazzo prosegue da alcune settimane anche se non sono sempre gli stessi crotti coinvolti. A volte quelli posti in alto e altre quelli più bassi. I giovani, insomma, hanno comprensibilmente voglia di fare festa e incontrarsi dopo due anni durissimi soprattutto per loro. Si tratta, come detto, di crotti privati e non gestiti. Niente a che vedere con quelli aperti al pubblico e dediti alla ristorazione. Che, peraltro, in valle sono abbastanza pochi.

Distribuiti su due vie pressoché parallele, collegate tra loro da scalinate, i crotti di Gordona sono da sempre luoghi ideali per la conservazione di vino, formaggio e altri prodotti alimentari ma anche per ritrovarsi. Specie durante le giornate, e le serate, particolarmente calde. Una zona molto bella, nel recente passato purtroppo segnalatasi anche per un grave episodio di maltrattamento, fino all’orribile morte, ai danni di un gatto. Qui, in fondo, i ragazzi non fanno niente di male. Forse dovrebbero farlo solo ad un volume più basso.

Le segnalazioni

Attualmente non risulta che ci siano segnalazioni, tanto meno denunce, alle forze dell’ordine per schiamazzi e disturbo della quiete pubblica. Il fenomeno, peraltro, è prettamente estivo. Per ovvi motivi di clima con l’arrivo dell’autunno, e magari la ripresa delle attività lavorative e scolastiche, le feste sono destinate a sparire. I problemi sono derivanti anche dalla particolare collocazione dei crotti gordonesi. Non lontani dalle case poste sulla parte bassa della sponda destra del fondovalle chiavennasco.

© RIPRODUZIONE RISERVATA