La crisi morde ancora il commercio

Chiudono altri due negozi in centro

La stessa sorte toccherà in tempi brevi anche ad un terzo esercizio commerciale Era stata proposta una start up degli affitti «Le spese rischiano di strozzare il settore»

La crisi morde ancora il commercio Chiudono altri due negozi in centro
Negozi che chiudono in via Dolzino a Chiavenna

Ancora due vetrine che si spengono, ancora due negozi che abbassano la saracinesca. E non è ancora finita perché un altro è ormai in procinto di chiudere. . Ben tre negozi di via Dolzino hanno i giorni contati, se non hanno già chiuso i battenti.

Il tutto a pochi giorni dall’apertura del dibattito sullo stato di salute del settore e sulle prospettive di rilancio. A chiudere in questi giorni tre esercizi diversissimi tra loro, a conferma che la crisi, insomma, colpisce tutti. Investimento iniziale, ma poi spese di gestione abbattute al minimo. Solo l’affitto, uno dei fattori che a detta di tutti sta strozzando il settore: «Gli affitti sono un aspetto – ha commentato recentemente il sindaco Luca Della Bitta – sul quale l’ente pubblico può fare molto poco oltre a cercare di sensibilizzare i proprietari degli immobili».

Il vicepresidente della Camera di Commercio Marino Del Curto nelle scorse settimane aveva invitato, tra le altre cose, a pensare a una “start up degli affitti” che preveda prezzi accessibili nella fase di avvio di un’attività e una loro eventuale crescita, comunque a livelli ragionevoli, una volta strutturato il giro d’affari della ditta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA