Chiavenna, partiti i lavori nell’ex scuola materna: 15 mesi per completare le opere

L’immobile nel centro storico recintato e svuotato: ieri è iniziata la demolizione

Progetto da un milione e 543mila euro - Pronti per le lezioni del 2017-2018 dell’istituto Caurga.

Chiavenna, partiti i lavori nell’ex scuola materna: 15 mesi per completare le opere
Il rendering esposto nel cantiere

Partiti. Al via, dopo un’attesa tutt’altro che breve, i lavori di ristrutturazione dell’ex scuola materna di via Cappuccini. L’immobile del centro storico chiavennasco in questi giorni è stato recintato e completamente svuotato di tutto quanto si trovava all’interno. Il preludio alla demolizione, iniziata ieri, e alla ricostruzione secondo il progetto portato avanti dalla Provincia di Sondrio. Attualmente sono presenti nel giardino antistante alcuni mezzi, la recinzione è stata parzialmente coperta e il progetto è stato esposto all’esterno con alcuni rendering illustrativi di come sarà l’immobile una volta terminati i lavori.

Il progetto prevede la demolizione e la ricostruzione, unendoli, dei due immobili che si affacciano su via Cappuccini. Il primo è quello dell’ex asilo abbandonato per tale fine a metà degli anni ’80 e, quindi, utilizzato per le aule dell’istituto professionale Crotto Caurga. Il secondo è un laboratorio collocato a fianco e un po’ più recente. L’idea nasce cinque anni fa in seguito a una revisione degli immobili destinati a scuole da parte della Provincia di Sondrio.

Originariamente finanziata da Fondazione Cariplo nell’ambito dei Progetti Emblematici Maggiori nel 2011, con un altrettanto consistente finanziamento da parte di Palazzo Muzio, l’opera ha poi trovato altri canali di finanziamento direttamente dal Governo. Cosa che ha consentito il varo di un nuovo accordo con amministrazione comunale e Cariplo che ha messo a disposizione circa 1 milione di euro per altri interventi, tra i quali quello di Pratogiano, nel centro storico.

I nuovi spazi saranno messi a disposizione ancora dell’istituto Caurga. L’intervento ha un costo complessivo, in base all’appalto tenutosi lo scorso febbraio, di 1 milione e 543 mila euro. Per quanto riguarda la viabilità su via Cappuccini, via compresa nella zona a traffico limitato del centro storico e quindi accessibile solo a chi è dotato di permesso, attualmente l’amministrazione comunale di Chiavenna non ha preso provvedimenti. Non sono escluse limitazioni nei prossimi giorni, quando la demolizione toccherà la parte dello stabile più vicina alla via.

Qualche incertezza in più c’è sulla tempistica dell’intervento. I lavori sono stati consegnati alla ditta vincitrice dell’appalto lo scorso 7 luglio. Il cantiere è stato ufficialmente aperto il 25, ovvero pochi giorni fa. Dalla prima data partiranno i 435 giorni previsti per la fine delle operazioni. Quindici mesi, insomma. L’obbiettivo è terminare tutto in tempo per l’avvio dell’anno scolastico 2017-2018. I tempi sono decisamente ristretti in questo senso, anche perché poi ci sarà bisogno di alcuni giorni per l’allestimento delle aree.

© RIPRODUZIONE RISERVATA