Chiavenna, lunghe code sulla 37

«Il bypass pronto in settembre»

Dopo la franaIl senso unico sul torrente Perandone, ieri la colonna arrivava fino a Prata

Chiavenna, lunghe code sulla 37 «Il bypass pronto in settembre»
La coda dei frontalieri al rientro ieri sera
(Foto di foto lisignoli)

Le code continuano a essere lunghe, ieri mattina se ne è formata una che è arrivata fino a Prata Camportaccio sulla statale 36, e le lamentele molte, nonostante l’introduzione di un semaforo “intelligente” al posto di quello a tempo in funzione fino a ieri.

Però sul fronte viabilità per quanto riguarda la statale 37, costretta al senso unico alternato all’imbocco di Chiavenna per l’esondazione della Valle del Perandone di 20 giorni fa, ci sono anche buone notizie. Quantomeno un po’ di chiarezza sui tempi necessari per vedere operativo il by-pass a doppio senso di marcia con il quale i valchiavennaschi, e i turisti, dovranno convivere per i prossimi mesi.

«Siamo in attesa degli elaborati di Anas – spiega il presidente della Comunità montana Davide Trussoni – anche se i contenuti del progetto sono già noti e concordati. Confermato che sarà realizzata una pista in alveo a monte della statale 37 e che questa sarà asfaltata».

Per quanto riguarda i tempi, bisogna ancora aspettare qualche giorno: «Il cantiere dovrebbe partire dopo Ferragosto. L’intervento in sé non è complicato. Contiamo di avere il by-pass a doppio senso di marcia per i primi dieci giorni del mese di settembre».

A quel punto inizierà l’iter per l’altra operazione. La sostituzione del ponte sul Perandone danneggiato dalla colata di detriti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA