Chiavenna, gilet arancione e voglia di fare: «Cittadini attivi»

Varato il gruppo di volontari che avrà cura del territorio segnalando criticità e avanzando proposte utili.

Chiavenna, gilet arancione e voglia di fare: «Cittadini attivi»
Ecco il gilet con la scritta identificativa che sarà dato ai volontari

Il primo gruppo dei “Cittadini Attivi” sta per entrare in azione a Chiavenna. Niente “gilet gialli” nella città del Mera, come ha ironicamente sottolineato il sindaco Luca Della Bitta nell’annunciare la novità di gennaio in riferimento alla protesta che ormai da settimane interessa la Francia. Stanno per arrivare invece i gilet arancioni. Sarà questa la divisa del primo gruppo di volontari, più di 20 persone, che hanno deciso di aderire alla proposta lanciata dall’amministrazione comunale, ormai alcuni anni fa, di adottare parti di territorio e mantenerle in ordine.

«Un gruppo di persone – ha sottolineato il sindaco – unite dalla caratteristica di voler essere cittadini attivi ed operosi, di fare la propria parte. Sono i primi volontari del progetto “Cittadini Attivi” del Comune di Chiavenna. Il loro ruolo, significativo e di grande valore, sarà quello di occuparsi del controllo del decoro e della pulizia di una zona, di una via, di una piazza. Di essere un antenna sul territorio in grado di segnalare agli uffici comunali problematiche concrete ma anche proposte di miglioramento».

Il gruppo sarà coordinato da Renato Colombo, già assessore comunale nel precedente mandato amministrativo. A carico del Comune di Chiavenna si saranno la copertura assicurativa e, naturalmente, l’attrezzatura necessaria ad operare. «Nei momenti di lavoro coordinato – prosegue Della Bitta - indosseranno un gilet arancione con la scritta “Cittadini attivi - Comune di Chiavenna” che ha lo scopo di far conoscere a tutti questa nuova proposta. Ciascuno di noi può diventare Cittadini Attivo contattando il coordinatore o tramite gli uffici comunali. Ci piacerebbe avere queste sentinelle su tutto il territorio comunale, nelle frazioni, dal centro alle zone più esterne. La città è più bella e più pulita se ce ne prendiamo cura insieme».

Per il momento il gruppo sarà impegnato in iniziative di manutenzione e pulizia del territorio. Durante l’ultima seduta del consiglio comunale, quando l’iniziativa era stata data ormai per imminente, l’assessore ai servizi sociali Elena Del Re si era augurata la presenza di cittadini desiderosi di impegnarsi in momenti di volontariato dedicati al sociale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA