“Amore e pace” sfilano a Chiavenna
Tanti genitori e moltissime mascherine per la sfilata di Carnevale di Chiavenna

“Amore e pace” sfilano a Chiavenna

Centro storico preso d’assalto da maschere di ogni genere

Tra le performance più applaudite quella in perfetto stile hippy anni Sessanta

“Love & Peace”. É stata questa la parola d’ordine di Coriandolo 2016, la sfilata di Carnevale tenutasi ieri a Chiavenna e organizzata dagli oratori di San Luigi e San Fedele in collaborazione con la Prochiavenna.

Il carro principale, infatti, è stato la ricostruzione di un vecchio furgone Wolkswagen, simbolo degli hippies di tutto il mondo, sormontato da un enorme “rasta” con la chitarra.

Dietro un fiume di gente, che partita dal piazzale antistante la chiesa di San Fedele ha prima percorso il centro storico della città e, quindi, invaso piazza Bertacchi. Grazie anche alle temperature decisamente clementi e al cielo sgombro da nuvole moltissimi non hanno voluto mancare all’appuntamento più importante del programma di manifestazioni carnevalesche della valle del Mera.

Praticamente piena di bambini e genitori l’area della piazza del centro storico. In maschera e non. Oltre al carro principale, tanti carretti più piccoli, da quello che riproduceva la Bat-mobile al “Mega miniMondo” fino al gruppo di maschere dedicato ad un tema d’attualità, in città ma non solo: quello della raccolta differenziata del pattume.

Tutti sotto il palco, quindi, per quasi due ore di animazione. Canti, balli e inviti a salire dedicati alle categorie di maschere: dai cowboys alle fatine. Al termine della giornata, terminata quando ormai il cielo cominciava a imbrunire, spazio al rinfresco, offerto come da tradizione dai volontari della Prochiavenna e come sempre dedicato soprattutto ai bambini con chiacchiere e bibite.

Prossimo appuntamento con il Carnevale il 7 febbraio all’oratorio di Campodolcino per la festa in maschera organizzata dalla parrocchia. Si replica domenica 13 febbraio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA