Violento temporale a Grosio. Cade la croce dal campanile.

Momenti di paura venerdì pomeriggio, nessun ferito ma un’auto è stata sfiorata

Violento temporale a Grosio. Cade la croce dal campanile.
La croce piombata nel prato

Un fulmine ha distrutto la torretta del campanile di San Giuseppe e la croce in metallo è precipitata da un’altezza di 65 metri, finendo nel giardino di Villa Visconti Venosta, non facendo danni nella trafficata via Roma. Fortunatamente neanche i sassi caduti da quell’altezza hanno creato, a quanto sembra in una prima sommaria conta dei danni, particolari problemi se non qualche auto leggermente graffiata.

Sono le conseguenze del violento temporale che si è scatenato verso le 18,30 ieri a Grosio. Dapprima un cielo nero e minaccioso e poi si è scatenato l’universo. Il fulmine ha colpito la torretta. «Un boato fragoroso - spiega una signora che era all’interno di un bar della zona -. Siamo corsi immediatamente in strada a vedere cosa fosse successo, temendo fosse qualcosa di veramente grave. Per fortuna non è stata coinvolta nessuna persona». E di scampato pericolo parla anche il proprietario della jeep ammaccata posteggiata a pochi metri da dove è finita la croce: «Al momento del boato io ero in pasticceria. Se penso alle conseguenze che potevano esserci, non posso dire altro che sia andata bene».

© RIPRODUZIONE RISERVATA