Picchiato e rapinato, due persone in manette

La vittima, avvicinata in un pub, era stata aggredita in un parcheggio. Colpita con calci e pugni al corpo e alla testa, era stata spogliata e gli erano stati portati via anche 170 euro.

Picchiato e rapinato, due persone in manette
I carabinieri della stazione di Bormio

Sono stati arrestati con un’accusa pesante. Due uomini, entrambi di quarant’anni e residenti a Bormio, sono finite in manette e devono rispondere dei reati di rapina e lesioni. Secondo la ricostruzione dei carabinieri, infatti, due hanno aggredito un altro uomo che aveva incontrato in un locale pubblico nella serata tra il 5 e il 6 maggio. Lo hanno picchiato con violenza, lo hanno spogliato e gli hanno portato via 170 euro in contanti.

Questi i fatti. L’uomo si trovava in un pub quando è stato avvicinato dagli altri due. Hanno iniziato a bere insieme, poi all’uscita dal locale, la vittima era stata accompagnata all’auto da uno dei due rapinatori che gli ha anche proposto l’acquisto di una dose di cocaina, offerta comunque rifiutata. Poi è scattata la violenza. L’uomo è stato aggredito alle spalle, fatto cadere e colpito con calci e pugni al corpo e alla testa. A quel punto i due gli hanno tolto i pantaloni e il giubbotto che conteneva i soldi.

La mattina dopo, la vittima,ancora dolorante, si era presentato al ponto soccorso dell’ospedale di Sondalo, dove gli era stato riscontrata la frattura del braccio destro, un trauma facciale, un trauma cranico commotivo con una prognosi di 45 giorni. Sulla base della testimonianza della vittima e degli elementi raccolti durante le indagini, i carabinieri sono riusciti a identificare i due rapinatori, poi riconosciuti dalla vittima. Così il gip di Sondrio ha emesso l’ordinanza richiesta dalla Procura e martedì pomeriggio i due uomini accusati della rapina sono finiti in manette.

© RIPRODUZIONE RISERVATA