Opere mai fatte, contributi revocati

La Comunità montana si riprende un milione e 200mila euro mai spesi dai Comuni. Applicato il regolamento: in questo modo si recuperano somme che sarebbero rimaste inutilizzabili

Opere mai fatte, contributi revocati
La sede della Comunità montana di Tirano

Nei tg nazionali spesso si sente parlare delle “grandi incompiute”, opere avviate e mai portate a termine. Qualcosa del genere – che riguarda l’iter burocratico, però – sta accadendo anche nel Tiranese e il “bubbone”, se possiamo così chiamarlo, è scoppiato con la delibera della giunta esecutiva della Comunità montana di Tirano che ha revocato, «per ragioni tecniche-contabili», sedici contribuzioni per altrettante opere in molti dei dodici Comuni del comprensorio. In totale stiamo parlando di 1 milione 235mila euro che tornano, dunque, a disposizione dell’ente per altri interventi. Le richieste in questione partono dal 2008 al 2013 e da quegli anni sono ferme.Sedici casi che riguardano Comuni di diverso orientamento politico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA