Meno auto sulle montagne
Sempre più bus per i passi

Alta Valle Attivi a Valfurva i servizi di navetta per il Gavia e i Forni - In Valdidentro trasporti per i laghi di Cancano e val Viola. Chiusa la val Lia

Meno auto sulle montagne Sempre più bus per i passi
Una immagine della val Viola, Valdidentro

Vivere la vacanza senza usare l’auto, a maggior ragione se si è scelto di trascorrere un periodo di relax nel cuore del parco nazionale dello Stelvio.

In Alta Valle sempre più amministrazioni comunali ed uffici turistici hanno impegnato ingenti risorse organizzative ed economiche per approntare occasioni di mobilità pubblica e sostenibile.

Tra le vallate più frequentate quelle del Gavia e dei Forni in Valfurva, e di Cancano e val Viola in Valdidentro. Dopo l’ottimo riscontro dello scorso anno, già attivo da qualche giorno il Gavia express, il servizio di bus navetta di linea proposto dalla locale Pro loco che, fino al 9 settembre, condurrà visitatori ed escursionisti da Santa Caterina Valfurva all’alta quota del passo Gavia. Ben cinque le corse previste, dal lunedì al venerdì, per venire incontro al maggior numero di esigenze possibili.

La partenza da Santa Caterina è prevista alle 8.30, 9.40, 10.50, 14 e 15 mentre, dal passo Gavia (rifugio Bonetta), rispettivamente alle 9.05, 10.15, 12.15, 14.35 e 17. Il bus utilizzato dispone di pedana per garantire l’accessibilità alle carrozzelle; è inoltre consentito il trasporto bike (3 euro) e quello dei cani (1,80 euro). Per usufruire del servizio occorre prenotarlo il giorno precedente l’utilizzo presso l’ufficio turistico di Santa Caterina.

Dal 28 luglio scatta anche il trasporto verso il ghiacciaio dei Forni, sempre in Valfurva. Per un mese, fino al 28 agosto, saranno sei la corse dirette da Santa Caterina (con partenza dal parcheggio multipiano) verso il parcheggio dei Forni (rispettivamente alle 8, 9.30, 11, 14.30,16 e 17.30) e ritorno (in calendario alle 8.45, 10.15, 11.45, 15.15, 16.45 e 18.15).

Anche in Valdidentro, fino al 28 agosto sono in vigore alcune limitazioni sulle strade agro-silvo-pastorali a partire dalla gettonatissima valle di Cancano. Qui la chiusura della strada disposta con ordinanza sindacale riguarda la strada perimetrale di entrambi i laghi a partire dal piazzale A2A.

Il transito motorizzato intorno ai laghi di Cancano, dalle 9 alle 18, è consentito ai soli mezzi autorizzati; l’accesso alla valle (fin dove consentito) è possibile acquistando un ticket giornaliero (5 euro) presso i totem posizionati lungo la strada in località Sasso Prada e Sant’Antonio.

L’accesso ai laghi di Cancano in alternativa sarà garantito dal servizio bus “Cancano Express”, da Piazza IV Novembre (Isolaccia) a Cancano (andata 9.30 e ritorno 17) e da un servizio navetta intorno ai laghi.

Per quanto concerne il transito da Arnoga al parcheggio Altumeira, in val Viola, quest’ ultimo è consentito solamente ai possessori di ticket giornaliero (5 euro) acquistabile direttamente all’imbocco della valle. Il servizio navette per la val Viola, attivo da sabato scorso, prevede tre corse giornaliere in andata ed altrettante al ritorno. Per ulteriori informazioni è possibile contattare la pro loco allo 0342.985331.

Da ultimo - ma non per importanza - chiusura al transito veicolare anche della val Lia, in Valdidentro, per la precisione a partire dal parcheggio “Pian de Li Astela”, fino al quale si può accedere acquistando il ticket giornaliero (5 euro), esclusivamente presso la Pro loco Valdidentro. Il transito motorizzato nel tratto Pian de li Astela - Presedont è consentito ai soli mezzi autorizzati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA