Luca e Ashley, dalla Valle  volti nuovi per X Factor
Luca Caspani a braccia levate

Luca e Ashley, dalla Valle

volti nuovi per X Factor

Il consigliere comunale e la studentessa di 17 annidi Valdidentro ai provini del talent show

Ashley Bormetti

Ashley Bormetti

Il giovane consigliere comunale di Mazzo, Luca Caspani, 22 anni, ausiliario socio-assistenziale alla casa di riposo “Villa Sorriso” di Bormio e la diciasettenne studentessa del liceo linguistico Perpenti di Sondrio, Ashley Bormetti di Valdidentro hanno sostenuto domenica nel palazzo della Regione a Milano il provino per l’edizione 2016 di X Factor.

Oltre a sogni e speranze hanno condiviso pure l’interminabile coda per essere ascoltati. « Ero nel cortile già alle 7 del mattino, ma sono entrato per la prova solo pochi minuti prima delle 13, rivela Luca Caspani- Io ero il numero 22902, ma ho visto che c’era gente anche col numero 25mila (sono stati tre i giorni dei provini in questo fine settimana) ». Una lunga attesa per pochi minuti di audizione. Da regolamento gli aspiranti concorrenti si erano preparati due brani italiani e due stranieri dai quali la commissione ne ha chiesti due a Luca: « Ho cantato il mio pezzo forte che spesso canto anche in casa di riposo a Bormio “Mamma mia dammi 100 lire”, il brano inglese era “ Brothers “ di Avicii. Sono stati anche i miei “nonnini” ad incitarmi alla partecipazione - rivela Caspani -. Mi sono iscritto per fare un’esperienza nuova e per divertirmi e così è stato. Grazie alle lezioni di Isabella Ciapponi Landi non sono andato allo sbaraglio».

Il sostegno gli è giunto sia dal sindaco di Mazzo Franco Saligari sia dai vertici della casa di riposo di Bormio. X Factor è un sogno da bambina per Ashley: «Desideravo partecipare da quando andò in onda per la prima stagione. Avevo nove anni e ricordo il momento nel quale decisi che avrei fatto l’impossibile per realizzare quel sogno. Ogni volta che un adulto mi chiedeva cosa volessi fare da grande, io fiera rispondevo che il mio destino era quello di cantare. Otto anni dopo eccomi qui con lo stesso grande sogno nel cassetto, a cui forse mi sono avvicinata di qualche passo in più». Passione per la musica e per il canto sono nel dna, ma solo verso i 10 anni ha iniziato a prendere lezioni, «ma ero una bambina molto timida e mi facevo influenzare molto dal giudizio degli altri. Per fortuna questa fase l’ho superata da molto». Negli studi televisivi ha cantato Jealous di Labrinth «il brano che mi rappresenta di più in questo momento». Si era preparata anche “Amara” e “Non me ne accorgo più” di Marco Mengoni. In passato aveva partecipato ai provini di “Io canto” e di “The voice” e al Video festival Live « nel quale sono arrivata alla prima fase finale. «I miei genitori mi hanno sempre supportata, quando ho chiesto loro se avessi potuto partecipare hanno detto subito sì». A fine giugno il responso.n
Paolo Ghilotti


© RIPRODUZIONE RISERVATA