Investimenti quadruplicati. Opere per 4,5 milioni di euro

Tirano Un bilancio mai così ricco grazie a bandi e trasferimenti da altri enti. Spada: «L’intervento più oneroso dedicato ai servizi della scuola primaria»

Investimenti quadruplicati. Opere per 4,5 milioni di euro
La scuola primaria Credaro

Investimenti per 4.461.503 euro sul territorio di Tirano. «Normalmente viaggiavamo intorno al milione e mezzo di euro all’anno. Essere passati a 4 milioni e mezzo, finanziati quasi completamente da bandi o trasferimenti da altri enti senza alcun mutuo da attivare, è un dato molto significativo per la nostra città». Commenta con queste parole il sindaco di Tirano, Franco Spada, le novità di cui si è discusso nell’ultimo consiglio comunale con la variazione inserita nell’assestamento di bilancio 2022-2024.

In particolare la variazione prevede lavori per 850mila euro che si sommano a quelli già approvati qualche mese fa, pari a 3 milioni e 600mila euro.

«L’intervento più oneroso riguarda il secondo lotto del miglioramento dei servizi della scuola primaria Credaro - entra nel dettaglio Spada - Il primo lotto aveva interessato la scala antincendio, ora andremo a completare i servizi igienici del piano rialzato e il primo piano. Ricordo che si era partiti, negli anni passati, con la realizzazione della mensa».

I lavori in programma

Gli obiettivi di mandato sono il recupero del Museo etnografico tiranese e dell’ex biblioteca (palazzo Pievani) oltre alla manutenzione degli stabili comunali, in particolare le scuole. «A volte è più visibile realizzare il nuovo rispetto a sistemare il vecchio, ma la nostra vision va invece nella direzione di curare il patrimonio esistente», sottolinea il sindaco. In tutto 55mila euro sono destinati agli stabili: 25mila euro per la progettazione e lo sviluppo di impianti di raffrescamento in biblioteca e nella sala riunioni della protezione civile; 20mila euro per l’allacciamento al teleriscaldamento della caserma dei Carabinieri e 10mila euro per il completamento dei servizi e sostituzione della porta di ingresso al secondo piano di lascito Foppoli.

Manutenzione e viabilità

Nella variazione compare un totale di 259mila euro per le strade. In particolare 66mila euro per asfaltature varie dove si renderà necessario, 35mila euro per la pavimentazione in acciottolato delle vecchia strada Tirano-Baruffini e Mocchioni, 50mila euro per la porfidatura di strade comunali, 50mila euro per il miglioramento del tornante e la realizzazione di piazzole di scambio lungo la strada che collega Baruffini con Pra Campo.

Completano il pacchetto 10mila euro per le barriere di protezione in via Dei Castelli, 8mila euro per il livellamento delle strade Fontanino e Valle dei Visc e 20mila euro per la manutenzione straordinaria dell’area pubblica di via Ludovico il Moro. Infine un capitolo a parte riguarda la progettazione per investimenti che richiede presumibilmente una quota di 300mila euro destinata - per ora - al progetto definitivo del terzo lotto di palazzo Pievani, all’efficientamento della caserma dei Carabinieri e alla progettazione di impianti solari sugli stabili comunali.

La minoranza

Assestamento e variazione sono stati approvati all’unanimità, seppure il capogruppo di minoranza, Marilisa Stoppani, abbia voluto pizzicare la maggioranza con una considerazione pungente: «Non entro nel merito delle cifre, dico solo che questa amministrazione è molto attenta a realizzare opere dove risiedono gli amministratori, interventi in località Baruffini, meno attenta nei confronti dei cittadini, amministratori di minoranza». Pronta la replica del sindaco: «Mi pare che l’attenzione venga riservata a tutto il territorio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA