Grosio è bella per il Fai

Ma la villa resta chiusa

La dimora Visconti Venosta non è accessibile ormai da 5 anni . Il sindaco: «Speriamo entro primavera»

Grosio è bella per il Fai Ma la villa resta chiusa
Il loggiato di villa Visconti Venosta: la dimora è chiusa al pubblico

Nella bella giornata della Faimarathon di domenica, nella quale Grosio ha mostrato i suoi gioielli artistici, con la partecipazione di 150 turisti giunti soprattutto dal Milanese e dal Varesotto, c’è stato un neo: l’impossibilità di visitare il museo di Villa Visconti Venosta, chiuso da cinque anni. Quello che è stato il faro dell’offerta turistica è spento da tempo e trovarlo chiuso è apparso quasi un controsenso nella giornata che celebrava l’offerta grosina.

«A malincuore non abbiamo potuto aprirlo perché il museo non è ancora fruibile al pubblico - afferma l’assessore alla cultura del Comune di Grosio, Pietro Cimetti -. Sono cinque anni di chiusura ma non abbiamo perso tempo, sono stati necessari».

Proprio all’indomani della mancata visita dei turisti forse si accende la speranza. Il sindaco Antonio Pruneri ci crede: «Contando su una risposta celere da parte della Sovrintendenza speriamo di poter aprire per la primavera».

© RIPRODUZIONE RISERVATA