Dalla sanità ai trasporti. Tra Livigno e Poschiavo «Soluzioni congiunte»

L’incontro Le due realtà convivono con difficoltà simili. Condivisa l’idea di promuovere una mobilità più dolce . Nel 2023 un evento in partnership al Passo della Forcola

Dalla sanità ai trasporti. Tra Livigno e Poschiavo «Soluzioni congiunte»
L’incontro, a sinistra la delegazione poschiavina, di fronte quella di Livigno

Proprio sul Passo della Forcola, che in passato è stato campo minato con la Valposchiavo che protestava per il caotico transito verso Livigno, si è svolto il secondo incontro tra l’amministrazione comunale di Livigno e quella di Poschiavo. Una strada che era già stata tracciata dai predecessori: il podestà Alessandro Della Vedova e il sindaco Damiano Bormolini in occasione dell’inaugurazione dei sentieri di mtb fra le due vallate.

La sanità

Al rifugio Tridentina erano presenti per Livigno il sindaco Remo Galli, il vicesindaco Thommy Cantoni e il presidente di Apt Luca Moretti; per Poschiavo la delegazione è stata guidata dal podestà Giovanni Jochum e dal cancelliere Nicola Passini. Si è discusso di temi importanti tra i quali le criticità del servizio sanitario. Il podestà di Poschiavo Giovanni Jochum: «Sono convinto che sia molto importante avere buoni rapporti con i comuni limitrofi che siano essi in Svizzera o in Italia. Il territorio è lo stesso e i problemi che si riscontrano sono simili».

«Il legame con la Valtellina - prosegue Jochum - è molto stretto già per ragioni storiche. Per quanto riguarda la sanità, il nostro Centro sanitario Valposchiavo avrebbe grossi problemi a mantenere i servizi offerti senza il personale proveniente da fuori valle. Le difficoltà nella ricerca di personale qualificato e di possibili collaborazioni, impongono un’apertura verso i comuni confinanti. Questi incontri permettono di avere un dialogo aperto, aiutano a capire meglio i rispettivi punti di vista e a valutare soluzioni congiunte partendo dalle piccole cose per le quali i comuni hanno il potere decisionale»

I trasporti

Entrambi i Comuni hanno condiviso il pensiero di sensibilizzare e promuovere una mobilità dolce potenziando il trasporto transfrontaliero e intervenendo sulla manutenzione dei sentieri ciclabili. Il vicesindaco di Livigno, Thommy Cantoni: «Credo che puntare sul trasporto pubblico e quindi la sinergia della linea ferroviaria retica e il collegamento autopostale con Livigno, possano davvero creare dei vantaggi, in primo luogo per l’ambiente ma anche per essere pronti ad affrontare un cambiamento che sta avvenendo soprattutto nei giovani che sempre più preferiscono mezzi più ecologici».

Il turismo

Anche il tema delle politiche turistiche ha riscosso notevole interesse: presto ci saranno sviluppi con la collaborazione del consigliere poschiavino Orlando Lardi e il presidente di Apt Luca Moretti; l’intento sarà quello di creare pacchetti e offerte turistiche comuni così da incentivare lo scambio turistico tra le due località e intervenendo sui servizi comuni proposti. Novità per l’apertura estiva 2023 del Passo della Forcola che potrebbe vedere le due località promotrici di un evento sportivo comune.

© RIPRODUZIONE RISERVATA