Bormio si trasforma in polo della cultura

La prossima estate la seconda edizione del premio letterario Contea ospiterà la Milanesiana

Bormio si trasforma in polo della cultura
Vittorio Sgarbi potrebbe essere uno dei protagonisti degli incontri, al suo fianco Elisabetta Sgarbi

Il 29 giugno la Milanesiana itinerante sarà a Bormio, in concomitanza con la premiazione del secondo concorso letterario per inediti “Bormio Contea”.

Il Rotary Club Bormio Contea, che ne è l’ideatore, sta chiudendo gli aspetti organizzativi e – mentre ci anticipa quali saranno le novità di questa seconda edizione – fa sapere che, per la buona riuscita dell’evento, auspica la collaborazione delle istituzioni e degli enti turistici.

Sviluppare nuove relazioni

«Il nostro fine, come associazione - dice il presidente in carica Fausto Barbalace - è quello di sviluppare relazioni amichevoli per servire l’interesse generale e per migliorare la qualità di vita del nostro territorio. Ritenendo che questo evento, assieme alle altre manifestazioni, debba essere condiviso e inserito in un grande progetto socioculturale e turistico del comprensorio, chiediamo ai Comuni, alle Pro loco e a Bormio marketing di collaborare con noi nell’organizzazione e di concederci il logo, così da proporci come unico e credibile interlocutore nella ricerca dei finanziamenti».

Dopo il successo della prima edizione, quest’anno il premio letterario sarà particolarmente ambizioso. Il concorso sarà infatti associato alla Milanesiana, il festival culturale organizzato da Elisabetta Sgarbi.

Il direttore editoriale della Nave di Teseo, l’anno scorso intervenuta come madrina del premio Contea, è rimasta così ben impressionata dall’iniziativa e dalla località da offrirsi come organizzatrice della seconda edizione (accanto a lei ci saranno quali giurati lo scrittore Andrea Vitali, l’editor Benedetta Centovalli e il giornalista del Corsera Paolo Di Stefano) e da proporre al segretario del club PaolaRomerio Bonazzi di costituire un appuntamento della Milanesiana ad hoc a Bormio.

Gli accordi sono stati presi e il prossimo 29 giugno all’Hotel Bagni Nuovi saranno ospiti un critico d’arte (forse Vittorio Sgarbi) per una lectio sul patrimonio artistico dell’Alta Valle ed uno scrittore di fama internazionale (si parla di invitare un premio Goncourt) a cui sarà consegnato il premio Contea di Bormio.

La manifestazione, di evidente risonanza mediatica, non rimarrebbe isolata. Elisabetta Sgarbi ha lasciato intendere che si potrebbero organizzare appuntamenti periodici sul territorio con grandi scrittori.

I contatti dunque, se ben coltivati, sarebbero l’occasione per entrare in una rete culturale di grande prestigio. La Milanesiana ha infatti già contribuito a rilanciare culturalmente Cortina, Matera, la Val d’Aosta.

I testi per il concorso

Intanto c’è tempo sino al 31 marzo per far pervenire agli organizzatori ([email protected]) i testi, rigorosamente inediti, che dovranno riguardare la letteratura di montagna o essere di taglio autobiografico. Un premio speciale sarà riservato ad autori del mondo carcerario.

© RIPRODUZIONE RISERVATA