Visite e degustazioni
una soluzione vincente
«Scoperta la città»

Il bilancioUn successo “Sondrio ti prende per la gola” Canovi: «Coinvolti i residenti e attirati anche i turisti» La formula ha convinto tutti: esauriti i tour guidati

Visite e degustazioni una soluzione vincente «Scoperta la città»
Musica e degustazioni al ponte delle Cassandre

«Siamo completamente soddisfatti, meglio di così non poteva andare».

E’ il commento dell’assessore agli Eventi Francesca Canovi a certificare il compiacimento dell’amministrazione comunale per “Sondrio ti prende per la gola”, la manifestazione andata in scena in città lo scorso week end che, dicono da palazzo pretorio, non solo ha mantenuto le attese, ma è andata oltre le più rosee aspettative sia per quanto riguarda l’afflusso di pubblico, sia per il gradimento espresso.

«Uno stimolo ulteriore»

«La proposta di scoprire e di vivere Sondrio attraverso l’evento è piaciuta molto - aggiunge l’assessore Canovi -. Siamo riusciti a coinvolgere i residenti e ad attirare l’attenzione dei turisti: tutti hanno potuto constatare il cambiamento in corso. Sondrio può essere bella, vivace e attrattiva: servono buone idee, impegno e la collaborazione di tutti. Il successo ottenuto è uno stimolo ulteriore per proseguire con l’organizzazione dei prossimi appuntamenti».

L’esperienza, nella lettura dell’amministrazione comunale che ha organizzato l’evento con la collaborazione del progetto Interreg Liveliness, della Comunità montana di Sondrio, dell’Unione commercio turismo e servizi e dell’associazione Dappertutto, proietta la città verso un futuro da destinazione turistica, assecondando quel cambiamento cui palazzo pretorio sta lavorando da tempo.

La formula che ha unito natura, cultura ed enogastronomia, creando un circuito di intrattenimento fra le piazze e le vie cittadine e le attrazioni della Sondrio di sopra - dalla passerella sulle Cassandre, alla big bench e al Cast - ha convinto tutti, a cominciare dai residenti, in città e nel resto della valle, fino ai visitatori provenienti da fuori provincia, per lo più dalla Lombardia. Il 60% delle prenotazioni dei tour guidati, che hanno registrato il tutto esaurito, era proprio di coloro che vivono fuori dalla Valtellina.

L’evento in piazza

«Chi ha visto la città e i dintorni sotto una luce nuova ha avuto modo di apprezzarne la bellezza, chi l’ha scoperta per la prima volta è rimasto colpito dalla varietà dell’offerta» dicono dall’amministrazione comunale.

Grande entusiasmo oltre che per i tour e le degustazioni lo ha ottenuto anche il “Rip kick bike show”, in piazza Garibaldi. Un evento voluto per richiamare l’attenzione sull’anima green dell’evento, inserito non a caso nel progetto Interreg “Liveliness”: mobilità sostenibile con e-bike e auto elettriche per un nuovo modo di spostarsi tra Italia e Svizzera.

Sabato pomeriggio, attorniato dagli acrobati sulle due ruote, è stato l’assessore all’Urbanistica, alla Mobilità e all’Ambiente Carlo Mazza a presentare il progetto transfrontaliero che in città ha promosso la realizzazione della ciclostazione.

Ad animare la città anche la presenza di artisti di strada, mercatini, mostre, intermezzi musicali, falconieri, arcieri e giochi di una volta, mentre ristoranti e bar hanno proposto menù speciali e happy hour a tema. L’evento è stato ideato e coordinato dall’agenzia Sviluppo creativo di Simona Nava.

Un bilancio dunque più che positivo per l’amministrazione comunale che ha definito una strategia per tappe con l’ambizione di dare a Sondrio una nuova veste turistica e una nuova prospettiva, anche in vista dell’appuntamento con le Olimpiadi Milano Cortina 2026.

© RIPRODUZIONE RISERVATA