Valmalenco sui tram. Lo spot della Funivia fa il giro di Milano

Campagna Pubblicità lanciata dalla società del Bernina. Cosi si promuove il comprensorio sciistico del Palù . Offerta turistica “2 cuori in pista” con suite speciale

Valmalenco sui tram. Lo spot della Funivia fa il giro di Milano
Il tram personalizzati con la promozione della Valmalenco

Le festività sono in arrivo, la stagione invernale anche, e sono tanti coloro che dalla Valtellina si recano a Milano per lo shopping natalizio. Nel capoluogo lombardo è decisamente più saggio spostarsi con i mezzi pubblici e può succedere, salendo su un tram, di sentirsi un po’ a casa. Sì, perché in questi giorni i tram meneghini sfoggiano in bella vista il logo e il nome della Valmalenco.

È il frutto di una campagna pubblicitaria che la Funivia al Bernina srl ha lanciato per promuovere il comprensorio sciistico del Palù a Milano e provincia.

A confermarlo sono l’amministratore delegato della Fab - l’avvocato Franco Vismara - e il direttore del Consorzio turistico Sondrio e Valmalenco.

«La Valmalenco va in città - afferma Vismara, contattato al telefono -. La stagione invernale è alle porte, neve permettendo. Manca ancora l’ufficialità sulla data di apertura degli impianti ma posso dire che stiamo lavorando duramente per aprirli in occasione del ponte dell’Immacolata. In quota di neve ce n’è, speriamo che nei prossimi giorni arrivino altre nevicate per completare i lavori come si deve».

Sui tram milanesi, la campagna pubblicitaria della Fab punta in particolare sull’offerta turistica “2 cuori in pista” che consiste in un soggiorno al Palù all’interno di una suite costruita su un gatto delle nevi, per un’esperienza unica e romantica a diretto contatto con la natura.

«Si tratta di un investimento promozionale che punta sull’area di Milano, che è uno dei riferimenti principali per la Valmalenco - spiega Roberto Pinna -. In particolare, viene messo in risalto la Snow suite che mira ad attirare la clientela amante del glamping, termine inglese che nasce dall’unione delle parole ‘glamour e ‘camping’ e che si riferisce al campeggio in tende di lusso» «Nel nostro caso - aggiunge - non si tratta di tende ma di una confortevole suite da dove si può ammirare un panorama mozzafiato».

Al termine della telefonata, l’avvocato Vismara conferma anche l’organizzazione al Palù di una gara di Coppa del mondo di Dual moguls, la spettacolare specialità degli sport invernali che vede i più grandi campioni del freeski scendere in parallelo lungo la pista Mogul, uno dei tracciati più ripidi, complicati e pieno di gobbe dell’intero arco alpino.

L’anno scorso fu un successo: atleti ed atlete erano concordi nel considerare la Mogul una delle piste più difficili della Coppa del mondo. In quell’occasione vinsero l’australiana Jakara Anthony e il fuoriclasse canadese Mikael Kingsbury, due successi che spianarono a entrambi la strada verso la conquista della sfera di cristallo della specialità. La Fis - la federazione internazionale degli sport invernali - ha da poco ufficializzato il calendario e la gara di Chiesa in Valmalenco è in programma per sabato 11 febbraio 2023; sarà la penultima prima delle finali di Almaty, in Kazakistan, e per il secondo anno consecutivo potrebbe risultare decisiva per la conquista della Coppa del mondo di specialità, un fattore che garantirà la presenza dei più interpreti di Dual Moguls.

© RIPRODUZIONE RISERVATA