Sondrio, cambio gestione al Policampus
Mano unica per sale, auditorium e bar

Da gennaio a seguire operativamente gli spazi sarà la società Errebiemme. Un anno di sperimentazione nell’ottica di riqualificare l’intera area migliorando l’offerta.

Sondrio, cambio gestione al Policampus Mano unica per sale, auditorium e bar
Ad occuparsi di tutti gli spazi sarà la stessa società che gestisce la pizzeria - tavola calda

Bar, auditorium e salette del Policampus con l’anno nuovo diventano una sola realtà. Da gennaio infatti a seguire la gestione degli spazi della struttura a servizio delle scuole - e non solo - sarà la società Errebiemme, che già da qualche anno si occupa del servizio ristorazione del complesso di via Tirano nella pizzeria-tavola calda “Eat Parade”, «con professionalità e rispetto di tutti gli impegni», si legge nel documento di palazzo Pretorio che ufficializza la novità.

E dunque per il 2020 anche gli altri spazi del Policampus, finora in capo alla cooperativa Proscenio, verranno affidati in via sperimentale alla società, mantenendo «invariate le modalità di fruizione da parte di terzi» dell’auditorium e delle salette. Con la nuova organizzazione secondo l’amministrazione di palazzo Pretorio si potrà ottenere «l’ottimizzazione dell’accoglienza e dei servizi, a fronte di una riduzione della spesa», visto che al Policampus è già presente tutti i giorni il personale di Errebiemme per la gestione della pizzeria.

Durante l’anno poi gli uffici comunali valuteranno «i miglioramenti che verranno raggiunti dal nuovo gestore», segnala sempre il provvedimento del municipio, in vista delle decisioni per il 2021. E dunque un anno di “sperimentazione” sul campo prima di una decisione definitiva delle modalità di gestione.

La novità si inserisce nel quadro dell’obiettivo complessivo dell’amministrazione del sindaco Marco Scaramellini per il Policampus, cioè «riqualificare l’intera area migliorando la qualità dell’offerta, anche grazie all’integrazione con il servizio di bar e ristorazione dimostratosi apprezzato e di elevati standard di qualità», prosegue la determina del Comune. Per qualche giorno il servizio di prenotazioni online tramite il sito prenotapolicampus.it è sospeso, poi dal 7 gennaio si potranno di nuovo riservare l’auditorium, la sala prove per i gruppi musicali e le salette (blu o verde) per incontri, conferenze o compleanni (opzione molto gettonata negli ultimi anni), sempre con un preavviso di almeno 48 ore e controllando la disponibilità dell’area prescelta attraverso il calendario online. Tariffe, regole e organizzazione, come detto, resteranno invariate: sempre sul sito si possono consultare schede tecniche e regolamenti dei diversi spazi, oltre alle istruzioni per richiedere allestimenti aggiuntivi rispetto alla dotazione standard delle singole sale.

Nei prossimi giorni arriveranno gli aggiornamenti di referenti e recapiti per le informazioni e per concordare l’utilizzo dell’auditorium, ma chi vuole organizzare un appuntamento al “Poli” nelle prossime settimane può comunque informarsi sulle norme da seguire.

© RIPRODUZIONE RISERVATA