Sei ore di corsa no stop, la sfida al Parco Adda

Domenica è in programma la Ultramaratona individuale. Ma volendo si potrà gareggiare anche con una staffetta a squadre.

Sei ore di corsa no stop, la sfida al Parco Adda
Un momento dell’edizione 2015 della manifestazione

È già pronto il giro di 1405 metri di giro lungo i quali domenica 7 maggio si avventureranno gli oltre 120 iscritti (fino a oggi 3 maggio, nda) che daranno vita alla “6 ore al Parco Adda – Mallero”. Si tratta di una “gara-nongara”, con partenza alle 9, organizzata su due specialità, la Ultramaratona individuale (di sei ore) oppure la staffetta a squadre (sempre sul medesimo arco temporale).

Nella conferenza stampa di presentazione in Comune, ieri pomeriggio, la presidente del gruppo organizzatore “I Dolcissimi”, Serena Besta, ha illustrato: «C’è una formula individuale con atleti o atlete che correranno per sei ore di fila e dovranno effettuare quanti più giri possibile senza mai smettere. Chi ne fa di più vince. Per chi invece volesse correre un po’ di meno c’è la formula a staffetta. Da due a sei corridori per squadra, nel senso che si può essere in due e correre tre ore per uno, oppure in tre per due ore, o in sei con un’ora per uno.

Nella staffetta si dà il cambio al termine di ogni ora e riteniamo che in tanti faranno anche solo una camminata. Le staffette possono essere solo maschili, solo femminili o miste; ogni concorrente avrà un chip, le staffette due: uno per chi corre e l’altro per chi aspetta di partire. Chi ha concluso il suo tempo passa il suo chip al terzo compagno in attesa di partenza dopo un’altra ora, oppure lo conserva per ripartire un’ora dopo».

«Chiaramente in questi casi si farà la somnma dei chip per la classifica. Per le iscrizioni si può andare sul nostro sito www.idolcissimi.it, o andare alla Pasticceria Tavelli o anche presso Sport Side, negozio di articoli sportivi, a Sondrio o presso Publihouse a Chiuro. Anche se accetteremo probabilmente le iscrizioni fino a poco prima della partenza. Il Parco lo conosciamo tutti, ci sarà la possibilità anche di pranzare e speriamo chiaramente in una bella giornata; il nostro vuole essere anche un modo di valorizzare questo parco che è un po’ il polmone della città».

Ci sarà anche un gazebo di Emergency per far conoscere la sua attività, il suo impegno nel mondo e anche in Italia. Gli onori di casa ieri sono stati fatti dall’assessore Omobono Meneghini: «Si tratta di una manifestazione nata alcuni anni fa: aveva avuto un discreto successo e poi... accantonata per una stagione. Adesso ci si riprova, grazie all’impegno dei “Dolcissimi” di Sondrio, oggi qui con presidente, vice e consiglieri. Il nostro intento è quello di favorire lo sport, ma anche i messaggi che esso può veicolare: un mezzo per superare ostacoli, barriere culturali. Questi appuntamenti hanno anche un notevole e importante risvolto sociale. Tant’è che i Dolcissimi hanno deciso di “gemellare” la loro “Sei ore” con Emergency molto attiva nel mondo e, purtroppo, anche in campo nazionale perché in alcuni casi è coinvolto pure il nostro territorio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA