Ristrutturazione PalaMerizzi, lavori più vicini

Nel bilancio di previsione 2018 palazzo Pretorio ha inserito un possibile contributo di circa un milione di euro da parte della Regione, per coprire parte dei costi di sistemazione dell’impianto sportivo, che ormai da qualche anno non viene più utilizzato.

Ristrutturazione PalaMerizzi, lavori più vicini

L’ha spiegato l’assessore al Bilancio Gianpiero Busi nell’ultima seduta di commissione, dedicata - fra l’altro - all’esame dell’ultima variazione che interessa i conti del 2017 e delle due annualità successive.

Per il palazzetto Merizzi viene preventivato un cofinanziamento di un milione e 30mila euro dalla Regione, per una struttura che risponderebbe alle esigenze degli sportivi di Sondrio e dei centri vicini. «Sembra ci siano, per il prossimo anno, delle possibilità di finanziamenti da parte della Regione su bandi per il recupero degli impianti sportivi - ha spiegato l’assessore -, quindi abbiamo inserito questa previsione nel bilancio 2018 e presenteremo la richiesta a Milano. Poi eventualmente bisognerà vedere l’importo e i termini dei possibili contributi».

In attesa di novità su questo fronte, nel frattempo l’amministrazione sta valutando una serie di altre ipotesi per finanziare l’opera, che consentirebbe di restituire agli sportivi una struttura che ormai da qualche anno è sostanzialmente chiusa al pubblico.

Già negli anni scorsi palazzo Pretorio aveva progettato la sistemazione dell’impianto sportivo, che già da tempo mostrava i segni del passare degli anni e presentava problematiche legate agli aggiornamenti delle normative sulla presenza degli spettatori.

L’investimento necessario per sistemare il palazzetto si aggira intorno ai due milioni di euro, e fra patto di stabilità e tetti di spesa negli anni scorsi il Comune non è riuscito a concretizzare l’opera, mantenendola comunque all’interno dei piani dei lavori. «Abbiamo sempre riportato il progetto nei programmi delle opere pubbliche perché è un intervento che va fatto, da parte dell’amministrazione c’è piena volontà di realizzarlo – spiega l’assessore ai Lavori pubblici Michele Iannotti -, quindi oltre all’ipotesi del possibile contributo regionale stiamo valutando le varie possibilità per reperire le risorse».

© RIPRODUZIONE RISERVATA