Ponti da sistemare a Sondrio, il Comune accelera, tre progetti pronti

Opere pubbliche Dopo il via libera per il Cavour, Adesso piano dei Moncecchi per il Gombaro e l’Eiffel

Ponti da sistemare a Sondrio, il Comune accelera, tre progetti pronti

Manutenzione straordinaria dei ponti, il bando di finanziamento detta tempi stretti e l’amministrazione comunale accelera. L’estate non ferma l’iter dei lavori pubblici in città.

Bando regionale

Dopo il via libera al progetto per la sistemazione del ponte Cavour che presenta gravi corrosioni a causa del dilavamento e l’affidamento del cantiere all’impresa Edilstrade Valtellina per un importo di 239mila euro più Iva (100mila euro sono destinati alla sola sostituzione del sistema di sollevamento), primo dei tre interventi previsti sui collegamenti tra le sponde cittadine del Mallero, nei giorni scorsi palazzo Pretorio ha approvato anche i progetti esecutivi per la manutenzione straordinaria degli altri due ponti oggetto di finanziamento sul bando regionale per la ripresa economica, quello al Gombaro e l’Eiffel, ponte realizzato dalla società Badoni di Lecco nel 1935, per i quali dovranno essere indette le relative gare di affidamento delle opere.

A redigere il progetto per il ponte del Gombaro sono stati gli ingegneri Marco e Paolo Moncecchi dello Studio Moncecchi Associati, per una spesa complessiva di 171mila euro, di cui 112mila a base d’asta, mentre della definizione degli interventi di manutenzione straordinaria del ponte Eiffel tra via delle Prese e via Trento a Sondrio, che presenta problemi di corrosione superficiale legati al dilavamento delle acque meteoriche soprattutto nella parte centrale, si è occupato, come per il ponte Cavour, l’ingegner Gino Patriarca per una spesa complessiva di 290mila euro.

L’amministrazione dovrà ora procedere all’affidamento dei lavori di entrambi i collegamenti sul Mallero. L’ordine di partenza dei cantieri, prima il ponte Cavour, poi Eiffel e Gombaro, oltre che dalle criticità è dettato dalle prescrizioni dell’ufficio territoriale regionale secondo cui l’intervento in piazza Cavour, per questioni legate alla portata idraulica del torrente, indagata da apposito studio dell’ingegner Amos Baggini, va effettuato in un periodo compreso tra dicembre e fine maggio.

«Quelli dei ponti Cavour ed Eiffel sono i primi progetti di manutenzione straordinaria sui ponti cittadini sul Mallero che porteremo avanti - aveva detto l’assessore alle Opere pubbliche, Andrea Massera presentando il piano di interventi -. I lavori rientrano nel piano di investimenti strategici sulle manutenzioni, quelle di tutti i comparti, che stiamo portando avanti. Il tema dei ponti ci è sembrato fin dall’inizio del mandato meritevole di un’analisi approfondita».

È stato lo studio commissionato nel 2019 allo studio 4Emme di Bolzano ad indicare criticità e infrastrutture da cui partire. «Fortunatamente non abbiamo alcuna situazione di pericolo - ha rimarcato Massera -, ma è doveroso fare manutenzioni incisive, che non sono state fatte in 30 anni, per evitare problemi e mantenere lo stato di efficienza dei collegamenti».

PalaMerizzi

Oltre alla manutenzione dei ponti, la giunta Scaramellini ha dato il via libera anche ad un altro importante progetto, quello del rifacimento del PalaMerizzi che ha ottenuto il finanziamento per le opere legate alle Olimpiadi. Approvato il definitivo redatto dall’architetto Paolo De Meo di Morbegno, dall’ingegner Nicola Perregrini di Buglio e dai periti Cesare Giarba di Berbenno e Mario Sala Tesciat di Sondrio per un importo totale complessivo di 3 milioni di euro di cui 2,4 per lavori, ora palazzo pretorio darà mandato per le successive fasi di progettazione ed esecuzione dei lavori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA