Parcometri in Valmalenco

Esordio soft causa meteo

Primo fine settimana di sosta a pagamento, qualche problema elettronico e qualche protesta. A Chiareggio si parte giovedì

Parcometri in Valmalenco Esordio soft causa meteo
Chiareggio: la regolamentazione della zona a traffico limitato parte giovedì

Esordio, con qualche disguido nei pagamenti elettronici, in una delle domeniche meno belle da un punto di vista meteorologico per la sosta a pagamento nei parcheggi in quota della Valmalenco, che non si sono riempiti. Anche se qualche mugugno per la novità introdotta si è fatto sentire.

Nel week end sono entrati in servizio i parcometri ai Barchi e a Prati Pedrana a San Giuseppe come da due anni a questa parte, ma soprattutto quelli di Campo Franscia e Campo Moro sul versante di Lanzada dove finora la sosta era sempre stata libera. Mentre per l’altra novità introdotta in via sperimentale per quest’estate - il varco per la ztl Sabbionaccio-Chiareggio con controllo elettronico degli accessi - l’esordio è previsto per dopo domani.

«Siamo in fase di sperimentazione - dice Tiziano Rama comandante della Polizia locale dell’Unione della Valmalenco -. Ci sono stati alcuni problemi tecnici per l’avvio del varco con la lettura delle targhe, ma da giovedì dovrebbe essere tutto pronto anche a Chiareggio».

Due i punti dove potersi munire di tagliando: a Sabbionaccio o all’interno dello stesso paese di Chiareggio con anche la possibilità - «per evitare code o disguidi» spiega il comandante - di pagare entro la sera della giornata di utilizzo. «Senza contare -che per chi dovesse entrare ed uscire entro l’ora di tempo non ci sarà nulla da pagare».

Sono invece già entrati in funzione i parcometri nelle aree di sosta ai Barchi (8 euro per l’intera giornata) e Prati Pedrana (6 euro). Tariffe cui si aggiungono 2 euro per ogni giorno successivo. «Nessuna particolare novità - dice il comandante -. Sono le stesse regole degli ultimi due anni». Diverso il caso del territorio in quota di Lanzada dove finora la sosta era libera e dove il Comune ha deciso di introdurre il pagamento per coprire parte dei costi della manutenzione della strada per Campo Moro così come i costi di noleggio e pulizia dei bagni nel piazzale della diga dell’Alpe Gera.

Sei in tutto i parcometri gestiti dalla società Abaco,: uno a Campo Franscia, due per andare verso Campagneda, uno a Campo Moro nel piazzale dove sono state collocate anche le colonnine di ricarica delle bici elettriche e due sotto il muraglione della seconda diga. Il costo, per tutti, è di 6 euro al giorno. Gli apparecchi - nuovi - funzionano sia con monete, che carte di credito che app. Anche se domenica pagare con le carte è stato pressoché impossibile. M.Bor.

© RIPRODUZIONE RISERVATA