“Over 50” non vaccinati
Duemila procedimenti

Gli avvisiI primi accertamenti sono stati inviati dall’Agenzia delle entrate Chi non presenterà giustificazioni valide, dovrà pagare multe da 100 euro

“Over 50” non vaccinati Duemila procedimenti
Il centro vaccinale di Sondrio alla palestra di via Tirano. Glli over 50 non vaccinati ora rischiano le multe

Sono già arrivate, anche in provincia di Sondrio, le prime comunicazioni di avvio dei procedimenti sanzionatori rivolti agli over 50 che non hanno ottemperato all’obbligo di vaccinazione anti Covid.

Un provvedimento che, in provincia di Sondrio, coinvolgerà circa 2mila persone, sulle 91.943 interessate a livello lombardo e sulle 597.455 che verranno raggiunte a livello nazionale.

Come funziona

Siamo ai primi invii, da parte dell’ufficio riscossione dell’Agenzia delle Entrate di Milano, perché la prima tranche di avvisi risale a lunedì, con 13.106 spedizioni, in Lombardia, alle quali se ne sono aggiunte, martedì, 12.304.Quindi ieri sono partite altre 16.048 comunicazioni, oggi ne partiranno altre 12.142, domani 11.670, dopodiché, si andrà a lunedì prossimo, con 14.265 invii, e, ultima tranche, quella di martedì, 12 aprile, con 12.408 avvisi consegnati.

Avvisi, emanati dall’Agenzia delle entrate su indicazione del Ministero della Salute, non ancora multe, vere e proprie, da 100 euro perché è data la possibilità ai destinatari di comunicare, entro 10 giorni dal ricevimento del provvedimento, un’eventuale certificazione di esenzione o di differimento dell’obbligo vaccinale, ovvero di dar conto di altre ragioni che abbiamo determinato l’assoluta e oggettiva impossibilità di adempiere all’obbligo vaccinale scattato, come è noto, il 1° febbraio scorso.

Comunicazione che deve essere inoltrata o all’Agenzia delle entrate-riscossione, accedendo al sito relativo, o all’unità operativa Medicina legale, di Asst Valtellina e Alto Lario. In questo caso occorre inviare una e-mail all’indirizzo [email protected], allegando la copia della carte d’identità, la copia della comunicazione dell’avvio del procedimento sanzionatorio, la copia della documentazione sanitaria in possesso a giustificazione del mancato adempimento dell’obbligo, quali eventuali certificazioni specialistiche, precedenti provvedimenti di esenzione temporanea, o certificati vaccinali effettuati all’estero, e, infine, i recapiti di contatto. Si può anche contattare direttamente la segreteria della Medicina legale al numero 0342.555788, attivo dalle 9 alle 12.30, dal lunedì al venerdì.

Sarà il servizio di Medicina legale a vagliare la documentazione, a convocare, nel caso serva, l’utente per sottoporlo a visita diretta, ed a inviare la comunicazione relativa all’esito del procedimento all’Agenzia delle entrate.

Documentazione da vagliare

Dopodiché, se non sarà ritenuta giustificabile la mancata vaccinazione, l’Agenzia per le entrate avrà 180 giorni di tempo per far scattare la multa vera e propria, pari dunque a 100 euro, alla quale ci si può opporre adendo al giudice di pace.

Tenendo anche presente che l’obbligo vaccinale, per gli over 50, è in vigore fino al 15 giugno prossimo anche se, dal 25 marzo, gli over 50 non vaccinati sono stati riammessi al lavoro col Green pass base, che si ottiene anche con un tampone rapido negativo effettuato ogni 48 ore, o con un molecolare effettuato ogni 72 ore.

Va anche precisato che il totale degli over 50 non vaccinati, in provincia di Sondrio, neppure con una dose, è pari a 5.047 persone, delle quali, 2.287 sono nella fascia clou, quella dei lavoratori, fra i 50 e i 59 anni, mentre 1.694 sono i no vax appartenenti alla fascia superiore, la 60-69 anni.

Una cifra, però, quella di 5mila over 50 non vaccinati o con ciclo completo o con, almeno prima dose, che va epurata di coloro che, alla data di riferimento, quella del 1° febbraio, non erano vaccinati per aver già contratto il virus o perché esenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA