Oggi arriva il nuovo arciprete

E Sondrio si prepara alla festa

Con don Christian Bricola nel capoluogo don Alessandro Di Pascale e don Valerio Livio.

Oggi arriva il nuovo arciprete E Sondrio si prepara alla festa
Lo striscione sul campanile della collegiata
(Foto di foto gianatti)

A quattro mesi dall’annuncio del vescovo Oscar Cantoni di un cambiamento dei preti impegnati nella Comunità pastorale, oggi sarà accolto ufficialmente in città il nuovo arciprete, don Christian Bricola. Con lui inizieranno il loro ministero don Alessandro Di Pascale, quale collaboratore, e don Valerio Livio, come vicario parrocchiale.

L’appuntamento per i saluti ufficiali delle autorità e dei rappresentanti delle parrocchie è fissato alle 16, in piazza Campello. Seguiranno i riti della presa di possesso canonica della parrocchia, presieduti dal vescovo Oscar, quindi la Messa, dove don Christian rivolgerà la sua prima omelia ai fedeli della città. Nel frattempo, già la scorsa settimana, il sacerdote ha voluto raggiungere i sondriesi con uno scritto, un “pensierino”, come lui stesso lo ha definito, pubblicato sul foglietto settimanale degli avvisi parrocchiali.

«Questo mese - ha confidato il nuovo arciprete - è stato davvero difficile per me. Innanzitutto, ho salutato gli amici di San Bartolomeo e San Rocco (le parrocchie di cui era parroco a Como, ndr): tante emozioni, tanti ricordi, tante persone care. Poi il trasloco: gli scatoloni, il camion, partire, consegnare le chiavi di quella che è stata la tua casa per nove anni. Infine: iniziare, sistemare, conoscere qualche persona, ascoltare per tentare di capire».

Don Christian ha spiegato di aver voluto confidare i sentimenti con cui ha vissuto il suo arrivo in città per chiedere ai nuovi parrocchiani «un po’ di pazienza nei primi giorni e forse anche nei primi mesi. I cambiamenti - ha aggiunto - comportano sempre un po’ di sconvolgimenti. Chi ha cambiato lavoro, chi ha cambiato casa, chi ha cambiato paese o città, penso che mi possa capire bene».

Nel suo “pensierino”; così come negli incontri già vissuti in città, il nuovo arciprete ha chiesto di pregare per lui, per don Alessandro e per don Valerio, non solo nel tempo di attesa per il loro arrivo, ma sempre, «perché ne ho tanto bisogno. Mi affido alle preghiere delle persone anziane - ha aggiunto -, magari anche di notte quando non si riesce a dormire. Mi affido alle preghiere dei bambini che sono innocenti e riescono sempre a toccare il cuore di Dio Padre. Mi affido alla protezione della Madonna della Sassella, Madre di Misericordia».

Alla Messa, cui interverranno anche numerosi fedeli delle comunità dove i tre sacerdoti in arrivo in città sono stati impegnati negli ultimi anni, la Comunità pastorale invita a partecipare tutti i sondriesi. Per questo motivo, nelle chiese cittadine, saranno celebrate le Messe festive di domani mattina, mentre tutte quelle del pomeriggio saranno sospese, per favorire la partecipazione a quella in programma in collegiata dopo i riti di accoglienza dell’arciprete e dei suoi collaboratori.

Al termine della celebrazione, sarà offerto per tutti un rinfresco all’oratorio Sacro Cuore. In un altro oratorio della città, invece, quello di San Rocco, i preti saranno accolti e salutati dai giovani della città nel primo pomeriggio di domani.

© RIPRODUZIONE RISERVATA