Muore nel bosco per un malore, era uscito per cercare funghi

La moglie lo attendeva a casa per pranzo e non vedendolo rientrare ha lanciato l’allarme

Muore nel bosco per un malore, era uscito per cercare funghi

Non è tornato a casa dopo la consueta passeggiata in cerca di funghi, i familiari si sono allarmati e hanno messo in moto la macchina dei soccorsi.

Le ricerche, purtroppo, si sono concluse poco dopo nel peggiore dei modi. È stato trovato senza vita Gianfranco Vedovatti, conosciuto da tutti come Franco, 73enne di Torre di Santa Maria.

La scomparsa e le ricerche dell’uomo, molto conosciuto sia in Valmalenco che a Sondrio, risalgono al pomeriggio di martedì.

Il pensionato, come quasi ogni giorno, in mattinata era uscito per una passeggiata e per dedicarsi a una delle sue passioni, la ricerca di funghi. La moglie lo attendeva come sempre all’ora di pranzo, e quando il marito ha tardato ad arrivare si è preoccupata. Attorno alle 14 insieme ai figli ha deciso lanciare l’allarme, e sono state subito attivate le ricerche del cercatore di funghi nei dintorni della baita dove stava trascorrendo l’estate, sopra l’abitato di Torre.

Ricerche durate poco. Dopo appena una trentina di minuti e poco distante dall’abitazione, i soccorritori hanno trovato, riverso a terra, il corpo senza vita di Vedovatti. Sembrerebbe, ma il condizionale è d’obbligo, che il pensionato sia stato colpito da un improvviso malore, forse un infarto che lo ha stroncato. Non sembrerebbe, infatti, che ci siano elementi che possano far propendere per l’infortunio mortale. Tanto che il pubblico ministero di turno ha disposto la sola ricognizione cadaverica, niente autopsia, e la salma del 73enne è già stata restituita alla famiglia.

Franco Vedovatti lascia la moglie Rosa Anna, il figlio Matteo (conosciuto per essere uno dei gestori, con la moglie e una delle sorelle, della gelateria “Acquario” in via Aldo Moro a Sondrio, che ieri infatti era chiusa per lutto), le figlie Donatella e Maria Anna, e tre nipoti, Nicolò, Stefania e Michele.

Ora in pensione, era conosciuto anche per aver lavorato tanti anni per la ditta Ferrari arredamenti.

«Un particolare ringraziamento a tutti coloro che hanno partecipato alle ricerche» hanno voluto dire i familiari.

I funerali sono in programma domani mattina alle 10.30 nella chiesa parrocchiale di Torre di Santa Maria, la camera ardente è stata allestita presso l’abitazione in via Cortile Vecchio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA