Meno app più cuore, Poggi sbanca il Carnevale

Al secondo posto “Masha e l’orso” di Montagna, al terzo le “Cicogne in missione” degli oratori Angelo custode e Maccani.

Meno app più cuore, Poggi sbanca il Carnevale

È “riAPPcendi il cuore” il tema scelto dall’oratorio di Poggiridenti«per riflettere su come l’eccessivo utilizzo della tecnologia abbia smorzato dialoghi e sentimenti - hanno spiegato i genitori che hanno ideato il carro -. Non si vuole rinnegare l’evoluzione tecnologica, ma bisogna imparare a non esagerare».

Il gruppo di pendolaschi, guidati da don Livio De Petri, ha raccolto 140 punti dalla giuria presieduta dal comandante della Polizia locale, Mauro Bradanini, e composta dall’assessore all’urbanistica, ambiente e mobilità, Pierluigi Morelli, dall’esperto carrista Michele Tempra e da uno dei quattro detenuti della casa circondariale di via Caimi che hanno lavorato a supporto dell’organizzazione della manifestazione, in capo agli oratori della città.

Distaccato di un solo punto il gruppo di Montagna in Valtellina con il carro di “Masha e Orso”, ammirato per l’accuratezza dei particolari e delle automazioni. Numerose le maschere al seguito: tante carote e un ghiotto grande coniglio.

Terzo gradino del podio (136 punti) per la rinnovata collaborazione tra gli oratori Angelo Custode e Don Maccani. Le “Cicogne in missione”, guidate da don Michele Parolini in versione bebè, hanno realizzato carro e costumi insistendo sul tema della nascita, con travestimenti da dottori, infermieri, donne incinte e neonati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA