La visita in redazione

Gli studenti scrivono

e diventano giornalisti

ScuolaDue classi della primaria Credaro di Tirano

hanno raccontato la loro esperienza in un quotidiano

«Torniamo a casa con una valigia di informazioni»

La visita in redazione Gli studenti scrivono e diventano giornalisti
Gli studenti della 4a A della primaria Credaro in visita alla redazione
(Foto di foto Gianatti)

«A scuola, nella redazione del giornale “La Provincia di Sondrio” e nel museo di Storia e Arte, per conoscere alcuni aspetti della realtà del proprio territorio». Così gli scolari di quarta dell’istituto comprensivo di Tirano raccontano la loro visita di approfondimento avvenuta alcune settimane fa. E per farlo, gli studenti della 4a A della primaria Credaro hanno scritto un articolo a firma “Giornalisti in incognito”.

Il testo

Ecco alcuni passaggi del testo. «Accompagnati dalle loro insegnanti, si sono dati appuntamento, per le nove del mattino, alla stazione di Tirano. Emozionati per la prima gita con il treno - scrivono -, hanno raggiunto la città di Sondrio per conoscere alcuni aspetti della città capoluogo. Gli alunni delle classi 4a A e 4a B si sono subito recati alla redazione del giornale per intervistare il responsabile Luca Begalli e imparare tutto ciò che riguarda la stesura e la stampa di un quotidiano.Tutti si sono dimostrati molto attenti, interessati e curiosi di sapere se è difficile, se è interessante il lavoro del giornalista, come si suddividono il lavoro in una redazione, quanti tipi di cronache esistono, in che modo trovano le notizie e come fanno a verificare se le notizie sono vere. Il responsabile della redazione ha mostrato loro come si scrive un articolo, come si inventa un titolo originale, che invogli il lettore a leggere tutta la cronaca. Il vivace gruppo, a mezzogiorno, ha salutato e ringraziato e tutti affamati hanno raggiunto il giardinetto davanti al Museo per consumare il pranzo al sacco. Dopo li attendeva un’emozionante visita al palazzo Sassi-Lavizzari che li ha portati indietro nel tempo osservando l’antica “stüa” di legno e i soffitti a cassettoni intagliati e decorati. La scolaresca, soddisfatta per la bellissima giornata, è tornata a casa con una valigia in più di informazioni e di esperienze da riferire ai genitori».

Anche gli alunni e le maestre della 4a B si sono cimentati nella stesura di un articolo. «Gli alunni delle classi quarte della scuola primaria Credaro hanno visitato la redazione per capire come si realizza un giornale. I bambini sono stati accolti nella sala riunioni da Luca Begalli. Il responsabile della redazione ha subito iniziato a spiegare come si struttura la prima pagina mostrando una copia dei giornali messi a disposizione sul tavolo. Ha continuato la spiegazione parlando dell’importanza di verificare tutte le notizie che si vogliono pubblicare, dei diversi tipi di cronaca, di come vengono ordinate le notizie all’interno di un quotidiano, delle fonti da cui prendere le informazioni…

Le domande

In un secondo momento - scrivono ancora -, gli scolari hanno posto alcune domande preparate per la visita volte a soddisfare le loro curiosità. Infine hanno potuto osservare, alla scrivania di un giornalista, come si costruisce un articolo all’interno della pagina del giornale contribuendo con la scelta della foto, del titolo, del catenaccio e della didascalia. Per due ore si sono trasformati in piccoli giornalisti e, a giudicare dall’interesse e dall’attenzione dimostrati, sembra che si possa sperare in un futuro esercito di provetti cronisti!».

© RIPRODUZIONE RISERVATA