Il servizio di bike sharing a Sondrio

«I numeri di un fallimento»

I consiglieri della Lega Nord chiedono di sospendere attività e investimenti visti gli scarsi risultati

Il servizio di bike sharing a Sondrio «I numeri di un fallimento»
Scarsi risultati per il servizio di bike sharing in città

n incasso annuale di 211 euro, 7 nel 2014 per un totale di 137 euro, nessun utilizzatore nel 2015 e nel 2016. Sono questi i dati del servizio di bike sharing in città così come forniti dal Comune ai consiglieri comunali della Lega Nord che ne avevano fatto richiesta con apposita interpellanza.

«Dati che - dice Maurizio Piasini capogruppo della Lega a palazzo Pretorio -, confermano le nostre perplessità, già espresse nel 2015, relativamente al progetto di rilancio del servizio bike sharing». «Avevamo detto - aggiunge Lorenzo Grillo Della Berta - che il servizio partiva con le ruote sgonfie sotto diversi profili: l’assenza del servizio nei parcheggi periferici della città, il mancato interscambio con il noleggio del sentiero Valtellina che avrebbe permesso un collegamento diretto con la stazione ferroviaria per i turisti in arrivo e la mancanza di biciclette con pedalata assistita che permetterebbero la fruizione dei percorsi sui terrazzamenti».

Un fallimento secondo Piasini che dimostra come non sia sufficiente recuperare le risorse per finanziare i progetti, ma sia necessaria la capacità gestionale «che - dice Piasini - questa amministrazione ha dimostrato di non avere. Calcolando le risorse messe in campo per questo progetto, che probabilmente serve unicamente a fornire punteggi per scalare le classifiche di vivibilità, si sarebbe potuto regalare biciclette ai sondriesi e ai cittadini dei comuni limitrofi risparmiando anche». «A questo punto chiediamo - conclude Grillo della Berta - di sospendere tale fallimentare servizio per evitare di disperdere ancora i soldi dei sondriesi e di ammetterne il totale fallimento».

© RIPRODUZIONE RISERVATA