Il Natale in città

La novità mercatino

anche per turisti

Avviato il montaggio delle trenta casette per dare un aspetto più professionale alla vendita. Non sono previste, per ora, particolari limitazioni

Il Natale in città La novità mercatino anche per turisti
Le casette di legno pronte in vista dell’inaugurazione di sabato

Primo dicembre, i mercatini di Natale. Come nel più classico calendario dell’avvento di cui ieri nelle case dei bambini (ma non solo) è stata aperta la prima delle ventiquattro caselle, l’inizio del mese ha portato in piazza Garibaldi e in corso Italia le casette di legno che da sabato e fino al 26 dicembre ospiteranno idee regalo, oggettistica, cosmesi, pelletteria, moda, accessori, prodotti dell’artigianato, addobbi natalizi, presepi, sculture in legno, dolciumi, specialità enogastronomiche regionali, bijoux e regali, giochi per bambini e libri.

Sono iniziate ieri mattina le opere di montaggio delle strutture di quello che può essere considerato a tutti gli effetti come un piccolo villaggio di Babbo Natale. Un’iniziativa non nuova per il capoluogo che ne ha piuttosto fatto uno dei capisaldi del programma di “Sondrio è...inverno” insieme alla pista di pattinaggio, ma che torna dopo lo stop forzato dello scorso anno a causa del Covid.

Situazione pandemica che visti i dati di contagio in aumento degli ultimi giorni anche in città ha consigliato il sindaco Marco Scaramellini, sulla scia di analoghi provvedimenti adottati negli altri capoluoghi di provincia, a firmare l’ordinanza che da lunedì 6 dicembre e fino al 15 gennaio rende obbligatorio indossare la mascherina anche all’aperto in tutti i luoghi interessati da eventi, spettacoli e somministrazione di alimenti e bevande.

Mercatini compresi, dunque, dove è attesa un’affluenza numerosa di persone. A maggior ragione visto che quest’anno avranno una forma più “professionale”, capace di fare anche da promozione del territorio e da richiamo turistico per coloro che decideranno di trascorrere i loro week end in provincia di Sondrio non soltanto per sciare.

Oltre alla mascherina e alle altre misure di protezione e di igiene personale ancora vigenti, non sono al momento previste particolari limitazioni all’accesso alle bancarelle di Natale del cui allestimento e organizzazione quest’anno si occupa la ditta International Group di Padova, specializzata nell’organizzazione di eventi, fiere, mercatini e mostre mercato, la stessa società che li propone anche a Lecco.

L’allestimento della trentina di casette, 7 in corso Italia e le altre in piazza Garibaldi a completare il quadro con la pista di pattinaggio su ghiaccio, scandirà la vigilia di Natale e resterà fino al giorno di santo Stefano dalle 10 alle 19,30. Con la possibilità però per gli operatori di aprire soltanto il pomeriggio nei giorni feriali.

Insieme al villaggio di Babbo Natale, nell’ottica di privilegiare quanto più possibile le iniziative di divertimento all’aperto, è pronto ad aprire anche il pattinaggio su ghiaccio. Anche in questo caso, come per i mercatini, l’inaugurazione è prevista per sabato.

E se le luci allestite grazie alla collaborazione tra Commercianti e Comune hanno iniziato ad illuminare la città già dallo scorso fine settimana, resta ancora l’incognita sui giochi di luce che ormai da qualche anno animavano le facciate degli edifici nelle piazze. Qualcuno dice che, alla fine, potrebbero esserci anche loro a rallegrare la vigilia di Natale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA