I musei piacciono. Quasi 15 mila visite
a Mvsa e Cast

Bilancio Visitatori nel 2020, numeri molto interessanti «Conferma sul valore della cultura anche in città» Bene soprattutto agosto e l’afflusso dai centri estivi

I musei piacciono. Quasi 15 mila visite a Mvsa e Cast
Una visita la museo per i ragazzi, una delle tante iniziative organizzate quest’anno

Oltre 14mila visitatori sono entrati nei musei civici di Sondrio dal 1° gennaio al 26 agosto.

Dato straordinario quello che la direttrice del Museo valtellinese di storia e arte di Sondrio e del Castello delle storie di montagna a castel Masegra, Alessandra Baruta, e l’assessore alla Cultura del Comune di Sondrio, Marcella Fratta, annunciano a testimonianza dell’importante lavoro di promozione e valorizzazione delle collezioni museali e delle iniziative collaterali.

«Per l’esattezza sono 14.283 le presenze attestate a venerdì 26 agosto, cui mancano i dati dell’ultimo week end di agosto, per cui ci assesteremo, secondo me, intorno alle 15mila presenze nei primi otto mesi del 2022 – afferma Baruta -. Sono numeri interessanti e rincuoranti sul valore della cultura e su ciò che innesca in città».

Adesione delle classi

«Chiaramente - aggiunge - il maggior numero di ingressi si rileva nel mese di agosto, dove abbiamo superato le 2mila presenze al Cast e siamo arrivati quasi alle 2mila al Mvsa. Molto bene anche luglio e buono giugno. Tendenzialmente il Cast è preferito nella stagione estiva, mentre il Mvsa nelle altre. Abbiamo registrato una discreta presenza di turisti inglesi e tedeschi, oltre che di persone di fuori provincia. Molto apprezzate le serate di cinema al castello. In questi numeri sono compresi i centri estivi e sportivi che sono stati la rivelazione di quest’anno».

Da febbraio a fine maggio hanno fatto centro i laboratori rivolti alle scuole, con ottima adesione delle classi e già da ora i musei hanno raccolto le prenotazioni delle scuole per l’autunno. Progetti con scuole, famiglie, centri estivi e pubblici speciali, ma anche visite guidate, mostre, conferenze, convegni, presentazione libri, film e documentari, escape room, concerti e tanti eventi hanno animato palazzo Sassi de’ Lavizzari, sede di Mvsa, e Castello Masegra, sede di Cast, in questi mesi andando incontro a diversi pubblici e con un’offerta per tutti i gusti.

I progetti

«Abbiamo iniziato a progettare la stagione autunnale che sarà intensa», conclude la direttrice Baruta. Due anticipazioni. Mercoledì 7 settembre si terrà l’Educational day che vedrà da parte di Maria Rosaria Gargiulo, responsabile del servizio educativo, la presentazione della nuove proposte di Mvsa e Cast in chiusura di un convegno in cui si parlerà, con relatori esperti, della rilevanza dell’educazione al patrimonio culturale, di come costruire un’unità educativa-didattica al museo e si porterà il caso del progetto Mvsaexperience di Sondrio.

Secondo prestigioso appuntamento venerdì 9 settembre. A palazzo Sassi de’ Lavizzari, verrà presentata la raccolta di Angelo Vaninetti con opere di maestri di Novecento visitabile fino a dicembre. «La raccolta vanta opere di grandi artisti del ’900 come Matisse, Picasso, Dalì e uno strepitoso Chagall – svela Baruta -. Opere che porteranno le scuole a prendere confidenza con i pittori del secolo scorso, pur rimanendo a Sondrio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA