«Golf, Caiolo ha grandi potenzialità
Il progetto degli spagnoli convince»

Prospettive È ottimista per il futuro Roberto Brivio, per quindici anni presidente del club «Si è intravista una volontà di rilancio, e il gruppo ha impressionato favorevolmente»

«Golf, Caiolo ha grandi potenzialità Il progetto degli spagnoli convince»
Roberto Brivio è stato per 15 anni presidente

«Il Valtellina Golf Club parte da da una certezza: il green di Caiolo ha grandi potenzialità e il gruppo spagnolo Global Golf, al suo primo contatto qui, è rimasto molto favorevolmente impressionato sia per lo scenario naturale in cui è collocato sia per l’eccellente manutenzione del manto erboso».

Protagonista

Roberto Brivio per oltre quindici anni è stato presidente del club, e ha fatto parte del ristrettissimo gruppo societario che ha avviato, seguito e siglato la trattativa che ha affidato la gestione della struttura al gruppo iberico, che vanta una grande esperienza nel settore, visto che si occupa già di ben trenta strutture, disseminate tra Spagna e Portogallo.

«È stato il gruppo Global, qualche mese fa, a mostrare interesse per la nostra struttura – premette Brivio –. Ha sottoposto la sua proposta, poi sviluppata attraverso una serie d’incontri nel corso dei quali ha presentato un piano di rafforzamento molto articolato e proiettato su scala pluriennale. L’idea base è quella di arricchire l’intera struttura di Caiolo, servizi annessi, cominciando dalla Club House. Pochi giorni fa si è arrivati alla chiusura del contratto».

Perché si è arrivati a questa svolta, che forse non era prevedibile, almeno in tempi così brevi? «Il Covid ha inferto un notevole colpo anche alla nostra attività, che ha dovuto adeguarsi, a più riprese, alle inevitabili restrizioni decise a livello governativo - spiega Brivio - Dunque negli ultimi due anni sono drasticamente calati il numero di gare e quello dei partecipanti, con conseguenti riflessi negativi sul bilancio societario, che tuttavia è stato regolarmente chiuso».

E qui si intreccia la proposta degli spagnoli: «Nella proposta della Global si è intravista una voglia di rilancio e arricchimento della nostra struttura che ci è parsa molto convincente - aggiunge l’ex presidente - . Naturalmente, Valtellina Golf offrirà la sua piena collaborazione esterna al nuovo gruppo dirigente per facilitare, da subito, una piena ripresa».

Negli oltre vent’anni di attività del green di Caiolo, inaugurato nel 1999 con le nove buche, quali ritiene siano stati i passi più importanti compiuti finora dal Valtellina Golf? «Senza dubbio, per prima, l’inaugurazione del percorso a 18 buche, che pone il nostro campo, a detta anche di molti appassionati esterni, tra i più belli della Lombardia».

Esibizione

«Dal punto di vista promozionale, indimenticabile rimane, durante il periodo della mia presidenza, l’esibizione del giovane e fortissimo professionista Matteo Manassero, resa possibile anche grazie al fattivo interessamento del Credito Valtellinese. In particolare, voglio evidenziare il ruolo fondamentale svolto, per molti anni, dal suo presidente Giovanni De Censi. È stato proprio grazie alla sua ampia visione e all’importante ruolo propulsivo da lui esercitato che Caiolo, e la Valtellina, possono di una struttura sportiva di alto livello. Tanto da suscitare – conclude Brivio – l’interesse di un gruppo come Global, che opera con successo a livello internazionale».

Il calendario delle gare di Caiolo è in via di allestimento: salvo imprevisti, legati soprattutto al meteo, le competizioni dovrebbero cominciare entrò la metà di marzo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA