Finito lo shopping del giovedì, ora tocca ai calici di stelle. «Prenotazioni ok»

Eventi Terminata la prima parte di “Sondrio Estate”, mercoledì tornano le degustazioni dei nostri vini. Domenica sera la cena nel giardino della biblioteca

Finito lo shopping del giovedì, ora tocca ai calici di stelle. «Prenotazioni ok»
Piazza Garibaldi giovedì sera per lì’ultima serata della prima parte di Sondrio estate

Chiusura in bellezza per la prima parte di “Sondrio estate” giovedì sera con tanta, tantissima gente in giro, seduta ai tavolini del bar, sulle panchine dei parchi, a godersi la musica e un po’ di aria (anche se non fresca), la città si prepara già all’evento clou dell’agosto quello che ormai da un quarto di secolo - quest’anno le candeline sono venticinque -, rallegra il centro storico all’insegna dei brindisi al cielo di San Lorenzo. E lo fa con un prologo gourmet domani sera nel giardino di villa Quadrio.

Torna mercoledì nella sua forma più tradizionale, dopo le limitazioni dettate dalla pandemia, con il circuito che parte dalla nuova sede del Consorzio a palazzo Martinengo e arriva fino a castel Masegra, l’appuntamento con “Calici di stelle”, la serata dedicata alla degustazione delle migliori produzioni di Valtellina e Valchiavenna organizzata dal Consorzio dei vini in collaborazione con l’amministrazione comunale di Sondrio.

Mai come in questa edizione l’evento è caratterizzato dalla voglia di ritornare nelle piazze della città, insieme, per godere del fascino del centro storico, dei suoi vicoli e della bellezza del territorio circostante. Protagonista, come sempre, il Nebbiolo delle Alpi in tutte le sue interpretazioni per conoscere i vini, incontrare i produttori e gustare la gastronomia del territorio e non solo.

Sono 27 le case vinicole che hanno aderito e che offriranno i loro prodotti a chi si sarà munito del calice al costo di 20 euro: Alberto Marsetti, Alessio Magi, Alfio Mozzi, Arpepe, Ascesa, Balgera, Caven, Cooperativa. Triasso e Sassella, Dirupi, Dislivelli, Fratelli Bettini, Francesco Folini, Involt Agnelot, La Grazia, La Perla, La Spia, Le Strie, Mamete Prevostini, Marino Lanzini, Nicola Nobili, Nino Negri, Plozza, Radìs, Renato Motalli, Rupi del Nebbiolo, Sandro Fay e Triacca.
«Abbiamo già un buon numero di prenotazioni - dice Andrea Gandossini, direttore del Consorzio ricordando che è possibile opzionare calice e carnet sul portale - se il tempo sarà propizio credo che potremo avere un’edizione come quelle di una volta».

Prima ancora di mercoledì c’è però l’appuntamento di domani sera nei giardini della biblioteca con “Calici d’autore”, la cena di territorio a cura del Gruppo ristoratori e del Consorzio vini. In cucina ci saranno il ristorante Fracia, Il Cantinone, Il Poggio, La Pòsa, Trippi e la pasticceria Cattaneo per un menù a base dei migliori prodotti della Valle tutto da degustare in abbinamento, naturalmente, ai vini di Valtellina. La cena dal costo di 75 euro è su prenotazione.

Un’iniziativa che gli anni scorsi ha riscosso un grande successo e che per questa edizione ha nel meteo la sua unica incognita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA