“Comuni confinanti”, due milioni per quattro progetti

La firma sotto il protocollo d’intesa per l’area dello Stelvio, ma anche lo sblocco delle risorse finanziare del fondo dei Comuni confinati, ex Odi, ovvero Valfurva e Bormio, le uniche realtà municipali della provincia di Sondrio interessate. È stata una giornata importante quella di lunedì per il futuro dell’Alta Valle.

“Comuni confinanti”, due milioni per quattro progetti

A dare notizia del via libero alle risorse per le annualità 2013 e 2014 è il sottosegretario alla Montagna Ugo Parolo che ha sempre seguito la partita in prima persona.

«Insieme alla firma del protocollo per la valorizzazione dell’area dello Stelvio - dice - è arrivato anche lo sblocco del fondo per i Comuni confinanti con le province autonome di Trento e Bolzano che interessa sia la provincia di Brescia che quella di Sondrio. Si tratta in particolare della parte relativa ai progetti dei singoli Comuni, mentre per quanto riguarda i progetti strategici, a valenza sovraregionale, abbiamo individuato le linee guida per la presentazione delle domande».

Ad ogni realtà vanno 500mila euro per ciascuna annualità, da qui i due milioni di euro complessivi per Valfurva e per Bormio che li impegneranno su quattro progetti.

Per quanto riguarda il Comune di Valfurva i soldi serviranno per la realizzazione della piazzola dell’elicottero a Santa Caterina e la sistemazione dell’autorimessa all’arrivo degli impianti di sci. In entrambi i casi i fondi copriranno l’intero ammontare previsto per gli interventi.

Sport e istruzione i capitoli scelti dall’amministrazione bormina, invece. In particolare i primi 500mila euro serviranno a coprire parte dell’investimento di 800mila euro necessario alla riqualificazione energetica delle scuole elementari, mentre l’altro mezzo milione di euro rappresenta il grosso - il progetto complessivo è di 650mila euro - della riqualificazione del campo sportivo del paese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA