Campionessa di biathlon trovata viva dopo una notte all’addiaccio

Le tracce di Gabriela Soukalova, della Repubblica Ceca, si erano perse ieri a Livigno. Ha trascorso la notte all’aperto, giovedì mattina i soccorritori l’hanno rintracciata

Campionessa di biathlon trovata viva dopo una notte all’addiaccio
Gabriela Soukalova

Si erano perse le sue tracce da ieri pomeriggio, quando era uscita in bicicletta per allenarsi.

Sono state ore di apprensione per le sorti di Gabriela Soukalova (Koukalova da sposata), 32enne atleta della Repubblica Ceca, in questi giorni a Livigno il marito per una vacanza.

La donna, due volte campionessa mondiale di biathlon e due medaglie olimpiche si era ritirata dalle competizioni nel 2019, è stata ritrovata stamattina, sana e salva, dai Vigili del fuoco di Livigno, militari del Sagf-Guardia di Finanza di Bormio impegnati nelle ricerche con il Soccorso Alpino.

Soccorso attivato in serata per una donna che si stava allenando ma che, non essendo del posto, a un certo punto aveva perso l’orientamento. Nel tardo pomeriggio era comunque riuscita ad avvisare, dando alcune indicazioni sul posto in cui si trovava, e a comunicare che la batteria del telefonino si stava scaricando. La centrale ha attivato il Cnsas - Corpo nazionale Soccorso alpino e speleologico, Stazioni di Livigno e di Bormio, il Sagf - Soccorso alpino Guardia di finanza e i Vigili del fuoco. Le squadre hanno battuto le zone primarie, in un primo momento senza esito. Oggi una persona ha sentito gridare sul versante della montagna opposto a quello in cui si trovava, nei pressi del lago di Livigno e ha avvertito i soccorsi: questo ha permesso di restringere l’area della ricerca. Infatti, poco dopo, nel primo pomeriggio di oggi, giovedì 22 settembre 2022, la donna è stata ritrovata dalle squadre territoriali; era a una quota di 2270 metri e nonostante avesse passato la notte fuori stava bene. Sul posto per il recupero l’elisoccorso di Sondrio di Areu - Agenzia regionale emergenza urgenza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA