Camminata al Grumello
Partecipano in 176

Montagna Vince Tommaso Colombinini, 19 anni. Secondo Costantino, terzo Pedroli. ll presidente di Pentacom Formolli: «Edizione della ripartenza»

Camminata al Grumello Partecipano in 176
I partecipanti alla 42esima edizione della Camminata del Grumello
(Foto di foto luca gianatti)

É giovanissimo Tommaso Colombini, il runner di 19 anni della Polisportiva Albosaggia, che per primo ieri ha tagliato il traguardo della Camminata del Grumello.

In 30 minuti e 12 secondi ha percorso gli oltre sette chilometri del tracciato di questa edizione, la numero 42, che segna «una ripartenza e un quasi ritorno alla normalità» ha sottolineato Eugenio Formolli , presidente della Pentacom, associazione che ha promosso la corsa a camminata libera che ha richiamato 176 atleti, giovani e meno giovani, alcuni dei quali arrivati da Milano e dalla vicina Svizzera, grazie alla possibilità di iscriversi online sul sito della camcamcronos che ha cronometrato la gara.

Meno delle altre stagioni

Indubbiamente, rispetto ai periodi pre Covid - l’edizione numero 41 si è tenuta nel 2019 con 186 concorrenti in gara e condizioni meteo non delle migliori, l’anno precedente erano stati 230 -, la manifestazione ha visto un numero inferiore di pettorali in gara.

«Siamo comunque soddisfatti e sinceramente non ci aspettavamo nemmeno un’adesione di questa portata. La pandemia, ne siamo consapevoli, oltre che convinti - ha proseguito Formolli -, ha in un certo qual modo alterato gli equilibri e minato la rete della socialità. Sopratutto tra gli adolescenti», fascia non molto rappresentata tra gli atleti di ieri.

Alle spalle di Colombini, nella classifica assoluta, si è piazzato Niccolò Costantino e terzo sul gradino più alto del Podio Mirko Pedroli . La prima tra le donne è stata Elisa Sortini, sesta asoluta dell’Atletica Alta Valtellina.

Ad animare la mattinata di gara al microfono Stefano Bertalli, mentre a coordinare l’evento, una “colonna” della Camminata del Grumello, Michele Tempra, con il gruppo “Amici di Montagna”: «Una splendida gioranta di sole fa da cornice a questa edizione che per tutti noi è molto importante, in quanto segna il ritorno della manifestazione che può contare su nuove forze - in cabina di regia - e di nuovi sponsor. Il che non può che farci ben sperare per il futuro» la sottolineatura di Tempra. A monitorare sul tracciato i volontari del gruppo di protezione civile e alpini di Montagna, insieme a quelli dell’associazione Valtellina Soccorso.

Consegnati dal sindaco

A premiare il sindaco Barbara Baldini che ha anche gareggiato, insieme all’assessore allo Sport Andrea Testini . Come consuetudine sono state premiate le famiglie più numerose. Ma anche in questo caso, guardando al podio, evidenti i segni dei tempi che cambiano. Sino a pochi anni fa, i nuclei famigliari erano quanto meno di quattro o cinque persone, bimbi compresi. In media tre i membri per ogni famiglia premiata: ovvero quella di Valerio Gianatti, di Giuliano Sertori, di Massimo Scherini, Andrea Muzzillo e di Tiziano Ramponi. Una coppa anche all’ultimo classificato Andrea Sceresini, così come ai meno giovani in gara Giovanna Credaro e Renato Bernabei.

Con questo primo posto Colombini si è conquistato 80 punti, che saranno tenuto in considerazione per assegnare il trofeo numero otto del “Circuito Retici balzi” di cui la Camminata fa parte, insieme ad altre gare.

La prossima sarà l’11 giugno a Berbenno, “La corsa di Sara”, poi il 15 giugno si prosegue a Castione con “Tra vigne e crap” alle 19,30. Si passa a Tresivio il 30 giugno alle 19,30 con la Camminata SS. Pietro e Paolo, sempre alle 19,30.

«Abbiamo preferito propendere per orari serali e non in giornate festive, per evitare che le gare si sovrappongano ad altre manifestazioni in programma di domenica».

© RIPRODUZIONE RISERVATA