Assunzioni nella scuola

La Cisl: «Notizia positiva»

Forniti i numeri che riguardano la nostra provincia, nomine che partiranno da settembre.

Assunzioni nella scuola La Cisl: «Notizia positiva»
Via libera dal Governo

Via libera dal Consiglio dei ministri all’assunzione a tempo indeterminato di 32.419 docenti, di cui 25.198 su posto comune, 7.221 su posto di sostegno. Il Cdm ha dato anche il via libera all’assunzione di 10.294 Ata (ausiliari, tecnici e amministrativi) dalle graduatorie permanenti e sino ad un massimo di altri 507 Ata mediante mobilità del personale delle Province. Saranno infine assunti 285 dirigenti scolastici e 53 educatori.

«Finalmente una notizia positiva per il personale della scuola - commenta la Cisl scuola di Sondrio -. Si sta attendendo ancora l’autorizzazione per 53 assunzioni riguardanti il personale educativo. Per i docenti il Miur ha reso noto, per ora, il contingente riguardante la scuola dell’infanzia. Alla nostra provincia sono stati assegnati 3 posti di scuola comune utili per le immissioni in ruolo. Per quanto riguarda il personale Ata il contingente provinciale prevede: direttore dei servizi generali e amministrativi (Dsga), 1 nomina in ruolo; assistenti amministrativi, 9 nomine in ruolo; assistenti tecnici, 1 nomina in ruolo; collaboratori scolastici, 38 nomine in ruolo; cuochi 1 nomina in ruolo. A livello provinciale - aggiunge il sindacato - sarà possibile effettuare compensazioni tra profili professionali della stessa area o di area inferiore nei casi di carenza di aspiranti rispetto al contingente assegnato».

Le nomine avranno decorrenza dal 1° settembre. Al personale verrà assegnata una sede provvisoria; la sede definitiva si otterrà partecipando alle operazioni di mobilità 2017 – 2018. «Le assunzioni del personale Ata erano molto attese. Si tratta di uno sblocco importante che segnala ancora una volta l’attenzione di questo Governo per il mondo dell’istruzione - sottolinea il ministro Stefania Giannini -. Fra i 32.419 docenti neoassunti ci saranno poi i vincitori del nuovo concorso che abbiamo fortemente voluto per ristabilire un principio: a scuola si deve entrare solo per concorso. Importante l’assunzione di quasi 300 dirigenti scolastici che consente anche di ridurre il numero delle reggenze. Ora serve il passo successivo: il nuovo concorso per dirigenti, che bandiremo entro fine anno».

© RIPRODUZIONE RISERVATA