Arsenale clandestino in casa: un pensionato finisce in manette

I carabinieri sono intervenuti per una lite familiari e hanno trovato le armi nell’abitazione

Arsenale clandestino in casa: un pensionato finisce in manette
Controlli dei carabinieri a Sondrio in una foto d'archivio

I carabinieri hanno arrestato in flagranza di reato, un pensionato del luogo, classe 1956, con l’accusa di detenzione illegale di armi comuni da fuoco e parti di armi da guerra.

Una pattuglia della stazione di Teglio è intervenuta domenica sera, verso le 19, in un abitazione dove era in corso una lite in famiglia causata, a quanto sembra, da futili motivi. Quando sono arrivati sul posto, i militari hanno scoperto «un vero e proprio arsenale clandestino» costituito da tre carabine (una calibro 22 “Anschutz”, una calibro 9 “Flobert”, una ad aria compressa calibro 4,5 “Diana”), due scatole di cartucce calibro 22, due scatole di piombini calibro 4,5, una spada, un macete lungo 55 centimetri, tre baionette militari (delle quali una in dotazione all’esercito svizzero) e un’ottica di precisione per fucile. Il tutto detenuto illegalmente, senza alcun provvedimento autorizzativo, nella disponibilità del pensionato arrestato e già noto alle forze dell’ordine.

Sono in corso accertamenti per verificare la provenienza di queste armi che sono state sequestrate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA