Agricoltura in classe

per conoscere il cibo

E amare l’ambiente

Alimentazione Progetto di Coldiretti e Campagna amica

Imparare a mangiare sano, ma anche conoscere tutto il lavoro che c’è dietro la coltivazione dei vari alimenti per rispettare, amare e difendere il territorio e l’ambiente.

Sono questi gli obiettivi del progetto “L’agricoltura in classe con Coldiretti e Campagna Amica”, promosso da Coldiretti Sondrio con la collaborazione dell’Ufficio scolastico territoriale, di Ats della Montagna e del Comune di Sondrio, presentato ieri mattina nella sede dell’Ufficio scolastico territoriale. Presentazione a cui hanno partecipato anche gli alunni di quarta e quinta della scuola primaria “Cederna” di Montagna Piano (Istituto comprensivo Sondrio centro) con uno dei piccoli studenti, Michelangelo, che ha avuto anche la possibilità di sedersi al tavolo dei relatori.

Le classi di tutte le scuole di Valtellina e Valchiavenna possono contattare gli uffici della Coldiretti per esprimere la loro manifestazione d’interesse per la partecipazione al progetto; a questo punto ogni classe riceverà una “cartolina” d’invito sul quale comparirà un qr code e un link attraverso i quali sarà possibile accedere ai contenuti preparati appositamente per l’iniziativa.

Le tappe

Si tratta di video didattici, interviste ad agricoltori del territorio, tutor della spesa e nutrizionisti e materiale da stampare: bambini e ragazzi, però, non saranno solamente spettatori di questi contenuti di carattere formativo, ma diventeranno protagonisti in prima persona sviluppando, insieme ai loro docenti, un progetto sull’educazione alimentare e lo sviluppo sostenibile.

Ogni classe riceverà un kit il cui materiale sarà parametrato all’età degli studenti; alla fine dell’anno scolastico la Coldiretti di Sondrio organizzerà una festa che verrà caratterizzata da un grande gioco finale e dalla possibilità, per le varie classi, di illustrare i contenuti del progetto sviluppato nel corso dei mesi precedenti.

L’iniziativa, sviluppata nel contesto del progetto “Educazione civica”, nasce da un protocollo d’intesa siglato, a livello nazionale nel 2019 da Coldiretti e Ministero dell’Istruzione ed è stato calato nel territorio della provincia di Sondrio oltre che in quelli di Lecco, Como e Varese.

Felici di andare nelle classi

«Gli agricoltori - ha sottolineato il presidente di Coldiretti Sondrio Silvia Marchesini - sono molto contenti di entrare nelle scuole. Aprire le loro porte non è mai una cosa scontata e per noi è molto importante. Parliamo di cibo e, finalmente, può farlo chi lo produce, cioè proprio gli agricoltori. Il cibo nasce dalla terra e dalla coltivazione: se lo sappiamo 1e se sappiamo distinguere i cibi buoni da quelli meno buoni ne avremo un sicuro guadagno. Tutto questo senza dimenticare nemmeno che il cibo è pure legame con il territorio e ci ricorda le tradizioni».

«Mangiare bene - ha fatto eco il dirigente dell’Ufficio scolastico territoriale di Sondrio Fabio Molinari - fa crescere sani ed è importante poterlo imparare anche divertendosi. Siamo contenti di essere parte di questo bel progetto».

© RIPRODUZIONE RISERVATA