Domenica 11 Luglio 2010

Gibson "razzista": accuse dall'ex
e i produttori lo abbandonano

LOS ANGELES - E' guerra tra Oksana Grigorieva e Mel Gibson. L'ex fidanzata, che ha dato alla luce otto mesi fa la sua ultima figlia, dice di avere delle immagini che la ritraggono sanguinante dopo una violenta lite con Gibson.
E questa è solo l'ultima delle accuse che la donna rivolge all'attore: pochi giorni fa, su tutti i giornali si parlava di alcuni filmati in cui Gibson insulta pesantemente la donna, augurandole " di essere violentata da un gruppo di negri, perché se lo merita". Le ultime foto mostrerebbero il volto sanguinante della Grigorieva dopo un pugno in faccia ricevuto da Gibson. L'avvocato dell'attore ha subito negato: le immagini secondo il suo assistito si riferirebbero a un incidente domestico avvenuto nella sua casa di Malibù lo scorso 6 gennaio.
La Griegorieva avrebbe due occhi neri e due denti rotti nelle presunte foto, riporta una fonte a sito di gossip RadarOnline.
La relazione tra i due era durata poco meno di un anno e la rottura risale a poche settimane fa.
Ma per Gibson le accuse della ex potrebbero essere meno dannosi dei danni che gli stanno arrivando dal mondo di Hollywood a causa proprio delle dichiarazioni razziste: Gibson è stato abbandonato dal suo agente di sempre, Williams Morris Endeavor. Il direttore dell'agenzia Ari Emanuel (fratello di Rahm Emanuel, il capo di gabinetto del presidente Usa Barack Obama), ha detto che "Non possiamo rappresentare qualcuno che usa la parola n", cioè nigger.

u.montin

© riproduzione riservata

Tags