Sabato 10 Luglio 2010

Quando la moglie è in vacanza?
Amante addio, meglio il cibo

MILANO - Il sogno di molti, dal tempo di "Quando la moglie è in vacanza": tornare single per un breve periodo, mentre la consorte è al mare e vivere una nuova stagione di eccessi e trasgressioni.
Ma per gli italiani e i lombardi in particolare, l'estate da "single di ritorno" più che un'occasione di caccia a qualche splendida bionda (anche se non si può pretendere che la "preda" possa essere anche solo avvicinabile alla Marylin del film di Wilder), è il momento di andare a caccia del supermercato migliore, con i piatti e le offerte giusti per chi si ritrova da solo a casa. Questo se si parla di uomini, perché ormai anche le donne che stanno a casa da sole in estate non sono una rarità.
E' questo lo spaccato che offre l'indagine "Abitudini e costumi estivi" condotta dall'Ufficio studi della Camera di commercio di Monza e Brianza su quasi 600 imprese lombarde e da un'elaborazione su dati Registro Imprese.
Dallo studio infatti emerge che anche il mandare iln ferie moglie e figli diventa un fattore d'affari per molte aziende che riesce a fatturare in tutta Italia circa 200 milioni di euro tra lavanderie, take away, ristoranti, palestre, centri benessere.
Innanzitutto dalla indagine risulta che in Lombardia sono gli uomini a rimanere di più soli in città mentre la partner è in vacanza con i figli, il triplo rispetto alle donne col marito in vacanza (78% contro il 22%).
Chi resta a casa comunque è più spendaccione, soprattutto se è maschio: questi ultimi spendono in media quasi 60 euro in più rispetto al resto dell'anno, contro i 43 euro della partner.
In ogni caso quando la moglie è in vacanza l'uomo va di più al ristorante (34,7%), fa uso di lavanderie e tintorie (20,2%), o prende il cibo al take away (l'8,1%), prevalentemente da solo (57,2%) e talvolta con amiche e amici (35,3%).
Meno dispendiose le donne che mandano in vacanza il consorte: sono più attente alla propria bellezza, frequentano palestre, centri sportivi ed estetici (28,6%) escono a cena fuori (24,5%) molto spesso in compagnia. Però ono infatti più mondane: il 61,2% frequenta di più amici e amiche e meno stanno sole (34,7%). Un particolare, quest'ultimo, che può far sorgere idee pruriginose.
Ma sul tema pochi parlano e ammettono: solo lo 0,6% degli uomini e quasi nessuna donna ammette che restare a casa è l'occasione per conoscere e incontrare gente nuova.
Insomma per l'avventura, la villeggiatura resta ancora  l'occasione ideale.

u.montin

© riproduzione riservata

Tags