CRV - Terza commissione - Audizioni sui rapporti tra attività agricole e venatorie.

CRV - Terza commissione - Audizioni sui rapporti tra attività agricole e venatorie.
CRV - Terza commissione - Audizioni sui rapporti tra attività agricole e venatorie.

(Arv) Venezia 8 giu. 2022  -        Seduta in parte dedicata alle audizioni, quella odierna della Terza commissione permanente del Consiglio regionale del Veneto, che ha invitato i portatori d’interesse, e in particolare le associazioni agricole e ambientaliste, a manifestare le proprie osservazioni in ordine al Progetto di legge n. 140, d’iniziativa consiliare, volto a modificare la L. reg. n. 50/93 ‘Norme per la protezione della fauna selvatica e per il prelievo venatorio’ da poco nuovamente attuata con il Piano Faunistico Venatorio, operativo fino al 2027, approvato dall’Assemblea di palazzo Ferro Fini con la L. reg. n. 2/22, nel quadro della Legge nazionale di settore, la n. 157/92. La proposta legislativa mira a introdurre nella L. reg. n. 50/93 una specifica norma di protezione degli impianti di irrigazione ‘a vista’, non interrati, e installati lungo i filari dei vigneti e degli uliveti (i frutteti specializzati sono già oggetto di tutela nell’ambito della L. n. 157/92) che possono essere esposti, a causa dell’utilizzo delle armi, a forature delle tubature nel corso dell’attività venatoria. Verrebbe inserita, pertanto, una disposizione che tutela le imprese agricole e i relativi beni aziendali vietando lo sparo nel corso dell’attività venatoria in forma vagante all’interno delle colture specializzate dotate di irrigazione ‘a vista’, e verso tali impianti, a una distanza inferiore a 50 metri con sparo in direzione degli stessi, punendo questo comportamento con una sanzione amministrativa. L’esame del provvedimento legislativo, alla luce degli interventi dei portatori d’interesse e alla possibilità di estendere ad altre colture la forma di tutela succitata, proseguirà nel corso delle prossime sedute.

Via a libera, a maggioranza, senza voti contrari, al Pdl n. 82, di iniziativa della Giunta - testo base anche per altre due analoghe proposte di iniziativa consiliare - destinata a promuovere l’istituzione delle comunità energetiche e di autoconsumatori di energia rinnovabile costituiti da soggetti pubblici e privati che si associano per la produzione, l’accumulo e il consumo di energia da fonti rinnovabili. La proposta legislativa potrà così essere inserita all’ordine del giorno dei lavori d’Aula.

Di seguito, la Commissione ha approvato a maggioranza, senza voti contrari, il parere sul Pdl n. 139, d’iniziativa dell’esecutivo, ‘Rendiconto generale della Regione per l’esercizio finanziario 2021’, che torna così nella Prima commissione, ove il disegno di legge in argomento è stato incardinato e illustrato nel corso delle sedute precedenti.

Infine, via libera, a maggioranza, senza voti contrari, al Parere alla Giunta regionale n. 175, relativo al bando regionale per la presentazione di progetti per la campagna 2022/23 ‘Promozione sui mercati dei paesi terzi’. Il provvedimento contiene le condizioni per l’accesso all'aiuto per la promozione dei vini sui mercati dei paesi terzi, nell’ambito del Programma nazionale di sostegno al settore vitivinicolo. La somma a disposizione della Regione del ammonta a 12.214.995 euro, così suddivisa: 1.214.995 per il finanziamento di progetti multiregionali; 11.000.000 per il finanziamento di progetti regionali; l'eventuale minore utilizzo rilevato in una delle due linee andrà, se necessario, a vantaggio dell'altra.

La responsabilità editoriale e i contenuti di cui al presente comunicato stampa sono a cura di CONSIGLIO REGIONALE VENETO

© RIPRODUZIONE RISERVATA