CRV - Gli agenti Gianluca Casotto e Flavio Perin che il 14/4/2020 salvarono una donna a Veggiano
CRV - Gli agenti Gianluca Casotto e Flavio Perin che il 14/4/2020 salvarono una donna a Veggiano

CRV - Gli agenti Gianluca Casotto e Flavio Perin che il 14/4/2020 salvarono una donna a Veggiano

(Arv) Venezia 17 giu. 2021  - Accompagnati dal loro comandante sono stati ricevuti dal Presidente del Consiglio regionale del Veneto, Roberto Ciambetti, affiancato dal consigliere regionale Enoch Soranzo che ha promosso l’incontro, i due agenti della Polizia Locale Retenus, Gianluca Casotto e Flavio Perin, che il 14 aprile del 2020 nell’area golenale di Trambacche a Veggiano (Pd) hanno salvato una donna che in evidente stato di alterazione era già entrata nelle acque del fiume Bacchiglione. “Avete dimostrato una professionalità e sensibilità indubbia – ha esordito il presidente Ciambetti – in una situazione che era di una delicatezza estrema e nella quale avete dato una vera testimonianza del lavoro, spesso non visto o non colto nella reale dimensione, svolto dalla Polizia locale i cui agenti sono presenti nel territorio non solo per elevare contraddizioni anzi. Potevate guardare da un’altra parte, far finta di niente e invece siete scesi dalle vostre motociclette e avete fatto l’impossibile per salvare una vita umana”, Alle parole del presidente Ciambetti ha fatto eco il consigliere Enoch Soranzo: “Io credo che i nostri agenti, non solo Gianluca Casotto e Flavio Perin, i quali hanno per altro dimostrato una perizia non comune, sanno distinguersi spesso per abnegazione e senso del dovere con una dedizione veramente rara quanto preziosa – ha detto Soranzo – Operano per garantire a tutti maggior tranquillità e sicurezza. I protagonisti della vicenda di Veggiano che non si concluse in una tragedia grazie alla loro intelligenza e alla pazienza sono un esempio di cui i veneti devono essere orgogliosi”. Il Comandante Flavio Ferrigioni, che ha accompagnato a palazzo Ferro Fini i due agenti della Polizia Locale Retenus ha voluto mettere in luce “anche l’operato di un terzo agente che non è potuto venire ma che in quell’occasione volse un ruolo delicatissimo contribuendo al buon esito dell’operazione che fu veramente un grande lavoro di squadra”. Agli agenti Casotto e Perin il presidente del Consiglio Ciambetti ha donato una targa “in ricordo di questo nostro incontro, una targa che esprime l’ammirazione e il ringraziamento di tutto il Veneto”.

La responsabilità editoriale e i contenuti di cui al presente comunicato stampa sono a cura di CONSIGLIO REGIONALE VENETO


© RIPRODUZIONE RISERVATA