«Per l’Alta Valle il Morelli è vitale. Così l’ospedale si può salvare»

Bormio Il cardiologo Livio Dei Cas avanza un progetto per rilanciare l’ospedale e offrire prestazioni al territorio. Tanti reparti e infettivologia, oltre a una casa di riposo

«Per l’Alta Valle il Morelli è vitale. Così l’ospedale si può salvare»
Il professor Livio Dei Cas, cardiologo di fama mondiale,, è nativo di Bormio

Un nuovo assetto organizzativo e gestionale del Morelli, attraverso un’organizzazione sanitaria dipartimentale capace di dare una adeguata risposta alle esigenze della sanità pubblica dell’Alta Valle e sostenibile a livello economico: è un progetto ben articolato quello che il professor Livio Dei Cas, cardiologo di chiara fama, ha consegnato ieri al sindaco Silvia Cavazzi e che sarà nelle prossime settimane illustrato anche all’assessore regionale al Welfare Letizia Moratti.

Il cardiologo bormino, durante il discorso d’inaugurazione del XXIX Corso di aggiornamento in Cardiologia in svolgimento nella Magnifica Terra, ha avanzato una sua proposta per la riqualificazione dell’ospedale di Sondalo sulla base dell’esperienza maturata in oltre cinquant’anni di assistenza e coordinazione ospedaliera dapprima presso l’università di Parma e quindi di Brescia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA