Acqua, limitazioni già in sei Comuni

Siccità Interessate 21 mila persone: a loro è chiesto di usare la potabile a scopi alimentari, igienici e domestici. Pellei (Secam): «A prescindere dai divieti occorre evitare sprechi per attività non strettamente indispensabili»

Acqua, limitazioni già in sei Comuni
Il Mallero alla confluenza con l’Adda: si fatica a vedere il corso d’acqua
(Foto di gianatti)

Sei. Intanto per un totale di poco meno di 21.800 abitanti, tanti quanto i residenti del capoluogo. Ed è solo giugno. Tanti i paesi valtellinesi in cui ai cittadini è chiesto di usare l’acqua potabile soltanto a scopi domestici, igienici ed alimentari.

Ai Comuni di Caiolo, Traona, Forcola, Dubino e Talamona, su cui l’attenzione di Secam, la società che si occupa della gestione del ciclo idrico integrato e che dunque monitora la situazione dell’approvvigionamento di acqua, si è appuntata già nei giorni scorsi ieri mattina si è aggiunto anche Tirano per le difficoltà riscontrate nelle zone di Cologna, Campone e Valchiusa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA