«Fate il Natale a casa  o farete l’Epifania in ospedale»

«Fate il Natale a casa

o farete l’Epifania in ospedale»

L’invito del responsabile delle Terapie intensive Covid della Regione, Antonio Pesenti. «Speriamo di contenere i nuovi casi anche in zona arancione. Feste sobrie».

Cautela, ma anche un po’ di preoccupazione. La Lombardia che passa in zona arancione con i ricoveri in ospedale ancora numerosissimi potrebbe rappresentare un rischio, non tanto nelle prossime settimane, quanto dopo le feste di Natale. «Il calo dei contagi c’è, e questo è un dato attuale – spiega Antonio Pesenti, responsabile delle Terapie intensive Covid della Regione –, ma i numeri delle terapie intensive ci dicono che siamo ancora al plateau; la fase di discesa non è ancora cominciata». E davanti c’è un dicembre in cui le misure restrittive verranno allentate, soprattutto per dare ossigeno all’economia. Le prossime settimane saranno dunque fondamentali per capire l’evoluzione della pandemia nei primissimi giorni del 2021. Se ci sarà o meno una terza ondata, come temono in tanti, dipenderà soprattutto dal comportamento di ognuno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA