Talamona, il Piano della viabilità. Le prime richieste

Ztl , primi incontri con la cittadinanza per la revisione condivisa del traffico in paese, che sta impegnando in un gruppo di lavoro congiunto minoranza e maggioranza assieme

Talamona, il Piano della viabilità. Le prime richieste
Il centro di Talamona

Attenzione alla “via dei commercianti” e alla zona del campus scolastico. Sono queste le prime indicazioni emerse dal gruppo di lavoro sul Piano della viabilità che è allo studio dell’amministrazione comunale di Talamona. Questo primo passaggio, in accordo con la maggioranza, è stato condotto dall’opposizione consiliare di Paolo Orlandi, che ha preso in carico le indicazioni della popolazione sull’importante documento che cambierà la viabilità nel centro abitato della Bassa Valle.

«Abbiamo raccolto i suggerimenti del gruppo di lavoro, sulla base della bozza dei tecnici incaricati dall’amministrazione comunale per riorganizzare la viabilità del paese - spiega Orlandi -, ora li gireremo al sindaco che poi ne valuterà l’accoglibilità o meno». Nella bozza i tecnici hanno studiato il territorio e l’impatto del traffico e hanno quindi individuato i punti più critici e pericolosi. «Fra questi - precisa Orlandi - soprattutto gli ingressi sulla statale e la viabilità del centro storico dove sono presenti strade molto strette. Per questo la maggioranza comunale ha previsto la realizzazione del famoso “biscione”, una sorta di tangenzialina che diventerebbe la strada principale per decongestionare il traffico dal centro e per dare la possibilità di pedonalizzare via Gavazzeni e via Mazzoni che sono due strade molto anguste nel centro con la regolamentazione di una Ztl».

Negozi contro le limitazioni

Proprio la questione della Zona a traffico limitato ha fatto drizzare le antenne agli esercenti preoccupati per la mancata affluenza dei clienti nei negozi. «Solo in via Gavazzeni ci sono tre esercizi commerciali e ne sta arrivando un altro - dice il capogruppo di minoranza - i commercianti hanno rimarcato come con la tangenzialina tutto il traffico verrà spostato dal centro, aggiungere a questo la Ztl significherebbe dar loro la mazzata finale eliminando ogni passaggio verso i negozi. Per questo hanno suggerito all’amministrazione di fare un ragionamento affinché almeno via Gavazzeni non sia vietata alle auto».

Più attenzione ai pedoni

Altre osservazioni sono arrivate a proposito del tratto che si creerà dalla cooperativa verso il campus salendo verso la parte alta del paese.

«In questo caso - precisa Orlandi - è stato suggerito, invece, di rendere pedonale l’area a servizio del campus così da creare una zona di sicurezza, visto che il campus è frequentato da ragazzi di diverse età e da chi gravita sulle strutture pubbliche». Si è parlato anche di un incrocio problematico perché molto trafficato, quello fra via Maffezzini e via Erbosta, «per il quale è stato suggerito di realizzare un senso unico e un grande marciapiede che dia sicurezza ai pedoni e rallenti comunque il traffico. E in generale si chiede di tenere più in considerazione chi si sposta a piedi, magari con passeggini o bimbi piccoli al seguito, perché a Talamona ci sono pochissimi marciapiedi e spesso diventa pericolo attraversare le vie».

Il gruppo di lavoro si è dato questa settimana per elaborare le proposte avanzate dalla cittadinanza e poi consegnarle nelle mani del sindaco Davide Menegola. «Si è trattato di un primo confronto interessante - conclude il consigliere comunale - senza spirito di polemica, bensì di collaborazione. Noi abbiamo fatto da raccoglitore di queste prime istanze e siamo a disposizione per ulteriori suggerimenti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA